Astori, la procura di Udine dopo l’autopsia: «Morte cardiaca»

© foto www.imagephotoagency.it

Il referto medico dell’autopsia sul corpo di Astori: «Morte cardiaca, verosimilmente su base bradiaritmica. Attendiamo l’esito degli esami istologici» – 6 marzo, ore 17:12

E’ giunto il referto medico dell’autopsia sul corpo di Davide Astori, reso noto dal procuratore capo di Udine: «In base alle evidenze dell’esame autoptico effettuato in data 6 marzo 2018 sul cadavere di Davide Astori, in riferimento alla causa di morte, la si può indicare come causa di morte cardiaca, senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica, con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare. Per la diagnosi definitiva, sono necessari approfonditi esami istologici», ha spiegato de NicoloLa vita in diretta. Il cuore del ragazzo ha rallentato i battiti fino a fermarsi. L’autospsia è stata effettuata Gaetano Thiene, direttore del centro di patologia vascolare dell’università di Padova e da Carlo Moreschi, professore di medicina legale all’università di Udine, considerati tra i massimi esperti di “morte improvvisa”. Come spiegato dal procuratore capo, sono stati disposti gli esami istologici e solo dopo averne conosciuto il responso sarà possibile avere un quadro di ciò che è accaduto nella notte tra sabato e domenica scorsi: «Hanno chiesto 60 giorni di tempo per depositare il loro elaborato. E da quel momento avremo un quadro completo».

La procura di Udine ha aperto un procedimento per omicidio colposo in merito alla morte improvvisa del capitano della Fiorentina Davide Astori – 5 marzo, ore 13:03

Restano da chiarire le cause della morte di Davide Astori. Il capitano della Fiorentina è deceduto ieri a Udine. «L’idea è che il giocatore sia deceduto per un arresto cardiocircolatorio per cause naturali. È strano che succeda una cosa del genere a un professionista così monitorato senza segni premonitori», aveva dichiarato il procuratore capo di Udine, Antonio de Nicolo.

Ulteriori novità sono arrivate nella giornata di oggi, sempre da de Nicolo, ai microfoni del Giornale Radio Rai: «Abbiamo aperto un procedimento penale con ipotesi di omicidio colposo, allo stato attuale a carico di ignoti, e abbiamo disposto l’autopsia che verrà eseguita prossimamente». Si tratta di «un atto dovuto», ha spiegato il procuratore capo.

Il corpo di Astori, difensore del Cagliari dal 2008 al 2014, si trova all’obitorio di Udine, dove si trovava con la squadra per giocare Udinese-Fiorentina. I familiari hanno raggiunto già ieri la città friulana. Oggi verrà effettuata l’autopsia per accertare le cause del decesso. Il corpo verrà poi restituito ai familiari per lo svolgimento dei funerali. A Firenze il sindaco Dario Nardella ha proclamato lutto cittadino.

Articolo precedente
Lazio, seduta mattutina in vista della Dinamo Kiev
Prossimo articolo
fariasCagliari, ripresa degli allenamenti. Ancora a parte Farias