Addio Nené, grande folla a Bonaria per l’ultimo saluto alla leggenda rossoblù

© foto www.imagephotoagency.it

Guardando dalla scalinata di Bonaria si vedono i prati fondersi al blu del mare: l’erbetta e la città di Cagliari hanno fatto da simbolico sfondo oggi all’ultimo saluto tributato dal popolo rossoblù a Claudio Olinto de Carvalho. Tanti, tantissimi hanno voluto stringersi attorno a Nené per salutarne la scomparsa; se ne va un pezzo di storia del club cagliaritano, ma anche un amico di tanti fra ex compagni e semplici cittadini.

 

Oltre alla famiglia del campione brasiliano, questo pomeriggio a Bonaria c’erano le istituzioni cittadine, dal sindaco Zedda all’assessore Secchi che è stato vicino a Nené fino all’ultimo e una rappresentanza del Cagliari, sia a livello dirigenziale che tecnico con i brasiliani in testa. A circondarli il popolo rossoblù, affettuosamente vicino, compresi gli Sconvolts che in un rispettoso silenzio hanno manifestato la loro partecipazione con uno striscione: “Ciao Claudio, leggenda rossoblu“.
E c’era naturalmente quel gruppo splendido rappresentato dagli ex calciatori del Cagliari, compagni e amici di una vita intera. Gigi Riva ha deposto sul feretro la maglia di Nené, a ricordarlo per sempre come un campione tanto devastante in campo quanto amato al di fuori del rettangolo verde (QUI le parole di Rombo di Tuono). Intorno a lui tanti ex rossoblù, fra gli altri PirasDessì, Quagliozzi, Bellini e amici/avversari come Cuccureddu.
Significative le poche parole sussurrate da Beppe Tomasini«Se ne va un grande. Non mi riferisco al lato calcistico, Claudio era una persona straordinaria».

Oba, campeão.