Abeijon: «Vorrei allenare il Cagliari, è la mia vita»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari resta tra le pagine più belle del libro dei ricordi di Nelson Abeijon, che è tornato a parlare degli anni trascorsi in Sardegna: «Tantissimi ricordi, uno più bello dell’altro, è la mia seconda casa. Ho due figli sardi e non vedo l’ora di tornare lì: Cagliari è la mia vita. Sono stato rossoblù per otto anni e ho capito tante cose. Il mio obiettivo è tornare come allenatore», ha dichiarato l’ex centrocampista ai microfoni di GianlucaDiMarzio.com.

 

L’uruguaiano, che attualmente allena il Club Oriental di La Paz, ha parlato del lavoro di Massimo Rastelli: «Lo conosco bene, abbiamo giocato assieme a Como. E’ una bella persona e un bravissimo allenatore. Ho visto diverse partite del Cagliari e alcune le hanno giocate veramente bene. In quest’ultimo periodo la squadra non è brillantissima ma in rosa ci sono grandi giocatori, come Marco Sau che ha dimostrato di essere da serie A. Per la promozione non ci saranno problemi».

 

Non è da escludere un salto in Italia per festeggiare la promozione in Serie A del Cagliari: «Magari! Mi piacerebbe tantissimo andare il giorno della promozione per condividere la gioia con tutti e riuscire a placare la mia voglia di Sardegna. Tornare con un altro ruolo? Adesso faccio l’allenatore e vorrei continuare questa carriera. Per il futuro non so, vedremo». Infine, sui giocatori uruguaiani da consigliare: «Qui ci sono diversi giovani interessanti, consiglio al Cagliari di dare un’occhiata. D’altronde in Sardegna gli uruguaiani sono di casa».

Articolo precedente
Ts – Ventura in orbita Cagliari, Capozucca piace al Bologna
Prossimo articolo
Il Sant’Elia è tornato maledetto