Pescara-Cagliari 0-2: la cronaca

© foto www.imagephotoagency.it

 

 

Grande prestazione del Cagliari che trova 3 punti importantissimi a Pescara che le consentono di superare in classifica sia Atalanta che Bologna ed aumentare il distacco dal terz’ultimo posto di ben 7 punti.  Cagliari che deve fare a meno di ben 3 squalificati: Conti, Astori e Dessena rimpiazzati rispettivamente dal rientrante Nainggolan, Ariaudo e Casarini.Primo tempo molto bloccato dove regna la paura in campo, poche emozioni sia da una parte che dall’altra con un leggere dominio territoriale a favore degli ospiti come dimostrano i 5 minuti in più di possesso palla.  Al 1′ Ibarbo tenta un tiro dalla distanza che termina alle stelle. Al 5′ anche Ekdal ci prova dai 40 metri ma il suo tiro non trova la porta. All’ 11′ il Pescara si affaccia per la prima volta dalla parte di Agazzi con un sinistro di D’Agostino che finisce sul fondo. Al 20′ su sponda di Caraglio, D’Agostino dal limite dell’area prova un destro di prima intenzione ma la palla non è a lato. 3′ dopo schema su punizione per il Cagliari con Cossu che appoggia indietro per Avelar ma Perin blocca senza nessun problema. Al 27′ Pescara pericoloso con Rizzo che in mischia non impensierisce più di tanto Agazzi. Al 32′ su un passaggio di Casarini, ottimo velo di Cossu ed Ibarbo dopo essersi liberato del suo diretto marcatore con il destro da ottima posizione trova un Perin reattivo che blocca in due tempi la sua conclusione. 4′ più tardi Casarini tenta un sinistro dal limite dell’area che per poco beffa Perin. Al 41′ grandissimo Agazzi che devia in tuffo un tiro di Weiss che dopo il suo tocco termina sul palo ed esce dal campo.

Al 3′ primo cambio tra le file del Pescara con l’ingresso di Bjarnansson al posto dell’infortunato D’Agostino. 1′ dopo su corner battuto da Cossu, Avelar in mischia con il destro trova Perin che in tuffo dice di no salvando la porta. Al 7′ il Cagliari si porta in vantaggio con un imperioso colpo di testa di Sau su un cross di Cossu che termina a fil di palo imprendibile per Perin. Passano 4′ e Cossu su calcio di punizione costringe Perin alla deviazione in calcio d’angolo. Al 14′ bella azione in contropiede del Cagliari con una bellissima combinazione Avelar-Sau-Avelar con il tiro di quest’ultimo che Perin blocca a terra. 2′ più tardi il Cagliari trova il raddoppio ancora con Sau che su cross di Pisano si libera di un avversario e col sinistro batte Perin. Al 18′ seconda sostizione per il Pescara,esce un difensore Zanon per un attaccante Caprari. Al 25′ cambio anche per il Cagliari, esce un ottimo Cossu per far posto a Cabrera, debutto assoluto con la maglia rossoblù. Al 30′ Bergodi finisce le sostituzione con Vukusic che prende il posto di Blasi. Al 35′ esce Sau, sicuramente il migliore in campo per far posto a Nenè. Al 42′ fuori anche Ekdal per far posto ad Eriksson. Al 45′ il Pescara rimane in 10 uomini a causa dell’espulsione di Weiss, autore di un bruttissimo fallo nei confronti di Ibarbo. Da qua fino alla fine non succede più nulla con i sardi abili a controllare la partita e portarsi a casa 3 punti fondamentali.

CONDIVIDI
Articolo precedente
Ekdal esulta: “Altri tre punti!!”
Prossimo articolo
Pescara-Cagliari, le pagelle dei rossoblu