Zenga: «Assurdo annullare quel gol, avevamo vinto la partita»

crotone
© foto www.imagephotoagency.it

Crotone-Cagliari, le parole di Walter Zenga al termine della gara: l’allenatore dei calabresi rivendica la regolarità del gol nel finale e si rammarica per l’arbitraggio

Alla fine l’arbitraggio di Tagliavento riesce a scontentare entrambe le squadre in campo. Allo Scida il direttore di gara ha prima fatto infuriare i rossoblù con un rigore e un’espulsione discutibili, poi proprio nel finale ha annullato a Ceccherini un gol che avrebbe permesso al Crotone di battere il Cagliari. Il tecnico dei calabresi Walter Zenga non manda giù l’ultima decisione, questo il suo commento ai microfoni di Sky Sport: «Faccio i complimenti ai miei ragazzi, hanno giocato per vincere e creato tante occasioni. Gli episodi diventano determinanti, soprattutto se arrivano alla fine. Mi chiedo come mai l’assistente abbia alzato la bandierina, anche visto alla tv non si vede il fuorigioco. Si vede che il monitor del Var era un po’ storto, o magari hanno confuso attaccanti e difensori. A questi livelli non si possono commettere errori del genere, era un gol regolarissimo. Avevamo vinto la partita, il rammarico è che magari certi episodi precedenti abbiano condizionato l’arbitro. Quando Pisacane è stato espulso è passato accanto alla mia panchina e gli ho detto che per me era un intervento da giallo e non da rosso. Dispiace perché ogni azione c’era uno dei difensori del Cagliari per terra e l’arbitro fischiava a loro favore. Pazienza, giocando così ci riprenderemo sul campo quello che ci manca».

Articolo precedente
cigarini cagliariCrotone-Cagliari, le pagelle: decisivi Cigarini e Rafael
Prossimo articolo
lopez cagliariLopez: «Il Cagliari c’è: grande risposta del gruppo»