Walukiewicz: «Il Cagliari e la Serie A sono quello che cercavo»

© foto Instagram @seba.walukiewicz

Sebastian Walukiewicz spiega la scelta di diventare un nuovo giocatore del Cagliari. Il giovane difensore polacco si racconta prima del Mondiale U20

Indicato da tanti come la futura stella della nazionale polacca, Sebastian Walukiewicz si prepara a difendere i colori della Polonia Under 20 nel Mondiale giovanile che si disputerà proprio nel suo paese fra maggio e giugno 2019. Nel frattempo il difensore centrale classe 2000 pregusta già l’ingresso nel campionato di Serie A, dato che il Cagliari si è assicurato il suo cartellino e lo accoglierà a partire da giugno in rossoblù. Intervistato dal sito ufficiale della FIFAWalukiewicz ha spiegato nel dettaglio la scelta di accettare la proposta del club sardo in mezzo a tante altre: «Sono contento che tutto sia già definito, così potrò concentrarmi solo sul campo durante il Mondiale. Volevo fortemente l’Italia perché c’è un campionato particolarmente bello e impegnativo per i difensori, così avrò modo di imparare il più possibile. Ho studiato molto il Cagliari prima di accettare: ho visto che nonostante i difensori centrali in rosa siano ben cinque, ognuno ha la possibilità di giocare e questo è promettente. Ho perfino usato Google Maps per dare un’occhiata alla città, poi a dicembre sono andato in Sardegna per discutere del mio futuro e per vederla con i miei occhi. Tutto è andato secondo le migliori aspettative».

Walukiewicz nonostante la giovane età ha le idee chiare sul suo percorso di crescita: «Ho lasciato il Legia Varsavia e sono andato al Pogon Szczecin perché volevo giocare ad alti livelli prima possibile, obiettivo che ho raggiunto. Quindi volevo restare lì un paio d’anni per crescere, e così è stato. Ora sono pronto a trasferirmi in Italia fra qualche mese, sto già studiando la lingua perché so quanto sia importante».

Articolo precedente
nandez-cagliariNandez, il Cagliari ci riprova? La situazione a tre giorni dalla fine del mercato
Prossimo articolo
bolognaBologna, esonerato Inzaghi: in panchina arriva Mihajlovic