La storia di Pisacane ispira il piccolo Briek: l’incontro – FOTOGALLERY

© foto CagliariNews24.com

Dall’Olanda a Cagliari seguendo la favola di Fabio Pisacane: il piccolo Briek ha sconfitto la malattia seguendo l’esempio del rossoblù

La storia di Fabio Pisacane è nota e ha varcato da tempo i confini nazionali per l’esempio di determinazione e forza di volontà che rappresenta. Il difensore del Cagliari ha sconfitto anni or sono la sindrome di Guillain-Barré che lo aveva costretto a letto, per continuare poi a seguire il suo sogno di giocare in Serie A e coronarlo proprio con la maglia sarda. Oggi alla Sardegna Arena, in occasione dell’allenamento a porte aperte, il giocatore ha ricevuto la visita di una famiglia giunta dall’Olanda apposta per incontrarlo. Si tratta degli Oude Hengel: papà, mamma e due figlioletti che si sono subito scatenati sul prato appena finito l’allenamento dei giocatori. L’anno scorso il piccolo Briek, sette anni, ha dovuto affrontare la stessa sindrome che colpì il giocatore e finì su un letto di ospedale bloccato dalla paralisi.

Proprio dalla camera della clinica la famiglia ha visto alla tv un programma che raccontava la favola di Pisacane e ha deciso di scrivere al giocatore, divenuto per il ragazzo un vero e proprio esempio. La risposta è arrivata in fretta, oggi Briek si è ripreso e può giocare a pallone col fratellino Tuur. Può anche, come accaduto stamani, viaggiare dall’Olanda alla Sardegna per incontrare il suo idolo. Il giocatore ha donato al piccolo una sua maglia e ha promesso un futuro incontro anche a campi invertiti, per continuare a tenersi in contatto con la famiglia Oude Hengel, ricevendo in cambio un dipinto realizzato da un artista olandese – ex calciatore a sua volta – e incentrato sul numero 19 come quello che campeggiava oggi sulle maglie di Pisacane e di Briek. Ma ricevendo soprattutto il sorriso di un ragazzo che ha superato un ostacolo altissimo con l’aiuto morale di un campione.