Connettiti con noi

2014

Sotto il segno della Z

Redazione CagliariNews24

Pubblicato

su

Oggi sarà una di quelle date da ricordare: arriva Gianfranco Zola, il nuovo allenatore del Cagliari, conferenza stampa questo pomeriggio alle 13:30, accompagnato dal suo staff e dal presidente Giulini.
Ha lasciato il calcio giocato Zola esattamente 10 anni fa, ha compiuto l’ultima impresa da calciatore riportando il suo Cagliari nella massima serie e ora all’alba di questo 2015 gli si chiede un nuovo miracolo, quello di salvare il Cagliari.

Sono cambiate davvero tante cose da allora, si sono avvicendati tantissimi allenatori in perfetto stile Celliniano, calciatori, stadio, perfino presidente, i tifosi si son da prima allontanati dalla squadra, dopo la triste vicenda Sant’Elia e dopo il noiosissimo campionato targato Lopez/Pulga, per poi ritrovarsi in quell’indimenticabile 4 agosto con la presentazione della nuova società, della nuova squadra ma sopratutto di lui: mister Zeman.
Ha fatto sognare le folle Zeman come non succedeva da tempo memorabile, ha fatto riscoprire alla gente il piacere di andare allo stadio a vedere una partita di calcio, come un vero maestro ha iniziato ad avere proseliti un po’ ovunque, sembrava un sogno questo nuovo progetto rossoblù, un sogno destinato ad infrangersi troppo presto ed il suo popolo ha digerito a fatica la notizia dell’esonero arrivata inaspettata nonostante i risultati, nonostante quel terzultimo posto in classifica, nonostante tutto.
Perche’a Zeman, personaggio dal carisma travolgente, gli si poteva davvero perdonare tutto.

Ora si pensa al futuro, si volta pagina, si spera di rinforzare la squadra in questo atteso mercato di gennaio, ora arriva lui che è stato un altro grande idolo dei sardi, che mette d’accordo i tifosi prima ancora degli esperti di calcio, perché lui che ha conquistato la stima di tutti con le scarpette  sul campo, ha purtroppo fallito i suoi precedenti tentativi da allenatore.
Si presenta con la sua solita faccia pulita Zola, dice di sentirsi a casa e viene subito spontaneo provare a credere in questo piccolo uomo dalle doti calcistiche e umane eccezionali.
Voglio proseguire il progetto iniziato quest’estate dalla società“, si affretta a dire ai microfoni l’ormai Mister Zola e il presidente Giulini al suo fianco, rincara la dose: “Il progetto va avanti, anche se è cambiato un attore. Il protagonista vero è il Cagliari, la tenacia, l’umiltà e il background di Zola sono valori di cui avevamo bisogno. Ai tifosi chiedo di dare fiducia al nuovo allenatore“.
E noi che da queste parti le doti di Zola le conosciamo bene, non possiamo che sperare nell’ennesimo miracolo di questo nostro eroe sardo che mai da calciatore ha tradito la nostra fiducia di tifosi.
A lui spetterà l’arduo compito di dimostrare che effettivamente il problema era Zeman e non la squadra messa a disposizione dal patron Giulini.
In bocca al lupo sir Zola dunque, speriamo che la gente, la sua gente possa ancora stimarla per l’uomo e il campione che ha sempre dimostrato di essere.
Buon anno Cagliari!

Advertisement