Samp-Cagliari, un cuore a metà: Sau ritrova i rossoblù

marco sau cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Quella di domenica sarà una partita speciale per Marco Sau. Reduce da sei stagioni e mezzo al Cagliari, l’attaccante sardo incontrerà per la prima volta in carriera i rossoblù

Dopo aver rotto il ghiaccio con la maglia della Samp entrando nel finale della gara poi persa contro il Frosinone, Marco Sau ha guardato i suoi perdere contro a Milano contro l’Inter dalla panchina. Domenica al Ferraris, sua nuova casa, ritroverà quella che sino allo scorso gennaio era la sua squadra. Quella contro il Cagliari non sarà certamente una gara qualsiasi per Sau, che in rossoblù ha vissuto gran parte della carriera: dagli inizi in Primavera agli anni da girovago per l’Italia: un lungo giro prima di tornare al Cagliari, in Serie A. Con la maglia del club isolano ha giocato per sei stagioni e mezzo, segnando 49 gol in 201 presenze: dalla prima marcatura al Barbera di Palermo nel settembre 2012 all’ultima nel clamoroso 2-2 contro la Roma dello scorso dicembre. In mezzo tanti bei ricordi: la doppietta a San Siro all’Inter, i gol capolavoro a casa di Milan e Napoli, la rete in rovesciata a Vercelli, il primo gol segnato alla Sardegna Arena. Sau è un pezzo della storia recente del club.

In Sardegna l’attaccante ha vissuto gli anni migliori della sua carriera, soprattutto i primi in rossoblù: la prima stagione si concluse con 12 reti e la convocazione in azzurro. Negli ultimi anni, minati anche da parecchi problemi fisici, il classe ’87 non è riuscito a rendere quanto ci si sarebbe aspettati dopo l’impatto sfavillante con la Serie A. Ma il suo legame con la Sardegna e con il club sardo è indubbio. A gennaio ha scelto di cambiare aria per tentare di tornare quel calciatore che aveva stupito l’Italia e convinto Prandelli a chiamarlo a Coverciano. In attesa di sapere se ci riuscirà a Genova, domenica incontrerà per la prima volta in carriera da avversario il Cagliari. Il suo vecchio club, la sua vecchia squadra. I ricordi scorreranno veloci. E le emozioni, anche per un ragazzo apparentemente distaccato come lui, saranno difficili da controllare.


SAMP-CAGLIARI, DIRETTA TV E STREAMING: DOVE VEDERLA