I pagelloni del Cagliari 2016/17: Joao Pedro

joao pedro cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Una stagione sulle montagne russe quella di Joao Pedro, fermato da un grave infortunio e da una pesante squalifica: il trequartista del Cagliari è riuscito comunque a lasciare il segno

Dopo la retrocessione e la successiva rinascita in Serie B, culminata con una promozione a suon di gol e assist, quella di Joao Pedro si annunciava come la stagione della definitiva consacrazione. In realtà non sono mancati gli ostacoli già dall’inizio, quando il brasiliano è mancato ai nastri di partenza per via di un fastidio muscolare trascinato dall’estate. Nemmeno il tempo di rientrare (tre gare di cui due più che positive contro Atalanta e Sampdoria, arricchite da un gol e un assist) ed è arrivata la mazzata peggiore: proprio nella rifinitura prima della sfida contro il Crotone, in una normale azione di gioco, il crac. La frattura del perone lo ha costretto alle stampelle, ma il trequartista del Cagliari non si è perso d’animo e ha lavorato sodo tanto da riuscire a rientrare dopo meno di tre mesi. Cinque partite, con una rete, prima di un intervento scoordinato su Strootman all’Olimpico; ancora uno stop, stavolta di tre turni per una squalifica parsa eccessiva. Difficile trovare una condizione ottimale nel continuo singhiozzo di presenze e assenze, ma da metà febbraio Joao Pedro si è ripreso il suo posto dietro le punte, cucendo il pressing sugli avversari con le sortite verso la porta. Altri cinque gol, conditi da un paio di assist, gli consentono di archiviare la stagione con un bilancio positivo malgrado i tanti ostacoli trovati lungo il cammino.

VOTO: 7

Articolo precedente
farias e pisacaneI pagelloni del Cagliari 2016/17: Farias
Prossimo articolo
calciomercato cagliariCalciomercato Cagliari, tre pretendenti per Cop