Nandez, stanotte la Copa Libertadores aspettando il Cagliari

nandez
© foto www.imagephotoagency.it

Nahitan Nandez, in attesa del Cagliari, sarà a disposizione del Boca Juniors questa notte per l’andata degli ottavi di Copa Libertadores contro la Paranaense

Il Boca Juniors ha accettato l’offerta del Cagliari, ma l’operazione deve ancora essere formalmente definita. La Sardegna aspetta Nahitan Nandez, anche se al momento nella testa del giocatore c’è l’impegno di stanotte. Il centrocampista uruguagio infatti sarà a disposizione del tecnico Gustavo Alfaro per l’andata degli ottavi di finale di Copa Libertadores contro la Paranaense. Una partita che Nandez non avrebbe voluto perdersi. El Leon è stato convocato ed è partito con il resto dei compagni in Brasile. E stanotte – ore 2.30 italiane – dovrebbe scendere in campo da titolare per dare un’ultima soddisfazione ai suoi quasi ex tifosi.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

BURDISSO – Il ds del Boca, Nicolas Burdisso (ex difensore di Roma e Inter) ha parlato ai microfoni argentini di ESPN, facendo anche il punto sulla situazione Nandez: «Nahitan è a disposizione dell’allenatore come qualsiasi altro giocatore. Le ipotetiche situazioni di uscita non influenzeranno per la scelta della formazione. Io e altri giocatori come Samuel  abbiamo dovuto giocare semifinali e finali di Libertadores sapendo già di essere venduti e questo non ha influenzato il nostro rendimento».

LA TRATTATIVA – Come detto, per l’arrivo di Nandez a Cagliari mancano pochi dettagli. Il club rossoblù, secondo Sky Sport, vorrebbe averlo già per questo sabato, quando alla Sardegna Arena la squadra di Maran affronterà in amichevole il Leeds. Difficilmente però sarà possibile, sia per questioni burocratiche (volo aereo, visite mediche e firma) sia perché l’uruguagio gradirebbe qualche giorno di vacanza. Da capire a questo punto se il Boca riuscirà davvero a trattenerlo anche per il match di ritorno contro la Paranaense, che si giocherà nella notte italiana tra il 31 luglio e il primo agosto. Confermate invece le cifre dell’accordo: 18 milioni di euro più una percentuale sulla futura rivendita.