Matteoli: «Inter-Cagliari? Preferisco guardare i giovani. Barella ha bisogno di giocare»

matteoli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Dall’Inter al Cagliari da giocatore, dal Cagliari all’Inter come osservatore. Gianfranco Matteoli, dopo circa quindici anni da Responsabile del Settore Giovanile rossoblù, ha ricoperto negli ultimi sei mesi della scorsa stagione il ruolo di consulente tecnico del Como. Dopo la breve parentesi lariana, Matteoli è tornato ad occuparsi di giovani: nel mese scorso ha inaugurato a Palmas Arborea un centro di formazione legato all’Inter. Intervistato nel corso de “Il Cagliari in Diretta”, trasmissione radiofonica di Radiolina, Matteoli è partito dalla nuova chiamata del club nerazzurro: «L’Inter mi ha cercato e per me è stata una bella soddisfazione. Si lavora per cercare di dare possibilità a qualche ragazzo in più di venire fuori: non tutti faranno i calciatori ma vogliamo preparare i ragazzi alla vita. Nell’intervista di ieri – piuttosto criticata – non ho detto nulla di particolare, ho detto che ho sempre lavorato con ragazzi sardi. La mia era una battuta, c’è posto per tutti: anche il Cagliari sta andando a cercare giovani in Lombardia, quindi il discorso inverso non mi pare strano. Io il Cagliari quando posso lo guardo sempre, soprattutto quando giocano i ragazzi cresciuti con me perché è un orgoglio. Domenica preferisco vedere una partita di ragazzi, più che Inter-Cagliari, perché è quello che mi piace. I ragazzi dell’Olbia sono cresciuti con me, sono felice per loro. Non era semplice, ma hanno dimostrato di essere ragazzi interessanti: alcuni hanno anche già fatto esperienze fuori. Ragatzu e Piredda? Sono talenti clamorosi. Forse tra i migliori passati nel settore giovanile del Cagliari. Anche Dametto è un giocatore con grande esperienza in Lega Pro, non ha ancora avuto il momento per spiccare il volo, può venir fuori. I giocatori sardi come tradizione maturano tardi, penso che qualcuno di loro arriverà più tardi a grandi livelli. Se Barella è pronto? Se non gioca, no: gli serve continuità. In mezzo al campo potrebbe fare tutti i ruoli ma lo preferisco da mezzala». 

Articolo precedente
Coppa Italia, Sampdoria-Cagliari si giocherà mercoledì 30 novembre alle 21
Prossimo articolo
Barella: «La maglia del Cagliari mi spinge a dare tutto. Inter? Sarà dura ma siamo carichi»