Cagliari, Maran: «A Napoli con coraggio, energia e personalità»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Vigilia di Napoli-Cagliari, Maran presenta la sfida: dalle condizioni di suoi alle possibilità di far male agli azzurri di Ancelotti

Domani alle 20:30 il Cagliari sarà ospite del Napoli al San Paolo per il posticipo della trentacinquesima giornata di Serie A. I rossoblù, reduci dalla sconfitta in casa della Roma, vanno a caccia del rilancio per restare in scia decimo posto. Il Napoli cerca invece la certezza di chiudere il torneo in seconda posizione. In mattinata, nella sala stampa del quartier generale di Asseminello, Rolando Maran ha presentato la sfida.

Napoli-Cagliari, la vigilia di Maran

Due giorni fa è arrivato il prolungamento di contratto. E’ da lì che parte Maran: «Il rinnovo fa piacere, è un attestato di forte stima da parte del presidente. Continuiamo un percorso che ci ha portati fin qui con le idee chiare, crescere sarà stimolante. Per trovare l’accordo sul rinnovo c’è voluto pochissimo, è la prima cosa che abbiamo sistemato pensando al futuro e speriamo che sia di stimolo per una settimana perfetta con una buona prestazione domenica. Dobbiamo continuare a crescere consolidando le basi su cui proseguire: ci aspettano quattro test impegnativi. A Napoli è difficile fare punti, lo dicono i numeri, ma il futuro passa anche per queste partite. Per il Napoli lavoriamo sulle nostre peculiarità e imparando dalla gara di Roma. Non possiamo permetterci cali di tensione, li paghiamo anche nelle piccole cose».

I SINGOLI  – «Joao Pedro ha fatto gli ultimi due allenamenti, è disponibile come tutti tranne Faragò. Castro e Klavan sono recuperati ma penso di dar loro un’altra settimana di allenamento e non sono convocati».

IL K.O. DI ROMA – «A Roma è stata una partita storta, abbiamo preso subito due gol e fatto diversi errori ma non deve condizionarci troppo. Siamo consapevoli di dover fare meglio e ritrovare l’energia mentale».

CONTRO IL NAPOLI – «Servono coraggio, energia e personalità per proiettarci a una grande prestazione. Solo così possiamo uscirne con un risultato positivo. All’andata abbiamo fatto molto bene, poi ci ha punito una magia di Milik. Dobbiamo fare tesoro di come l’avevamo affrontata, con prudenza e un po’ di spregiudicatezza. Il Napoli attacca sempre con un terzino più alto per allargare il gioco, sarà fondamentale trovare le contromisure».
Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato ad Asseminello Sergio Cadeddu