Lazio-Cagliari 2-1, K.O. in rimonta all’Olimpico

© foto Roma 27/06/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Fiorentina / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: esultanza gol Luis Alberto

Lazio-Cagliari, 35ª giornata della Serie A 2019/20: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, tabellino e sintesi

Continua il digiuno. Nello scontro tra squadre in crisi, alla fine la spuntano i biancocelesti. Lazio-Cagliari termina 2-1: non basta il ritorno al gol del Cholito Simeone, che ha firmato il vantaggio rossoblù allo scadere del primo tempo. I rossoblù si mostrano fragili in fase difensiva e devono ringraziare la prestazione monstre di Cragno, che ha di fatto edulcorato il passivo.

Il Cagliari inizia la gara a rilento e viene salvato a più riprese dal proprio estremo difensore. Dopo lo shock iniziale i sardi recuperano le distanze, gestiscono le sfuriate biancocelesti e, dopo un paio di occasioni interessanti, trovano la rete con Simeone. La marcatura del 99, fortunosa, premia il buon quarto d’ora finale degli uomini di Zenga.

Al ritorno in campo la Lazio ci mette 2 giri di lancette a ristabilire la parità, e un quarto d’ora a ribaltare la partita. La reazione dei rossoblù è inconsistente e gli ultimi 30 minuti sono una lunga passerella per salutare l’approdo dei biancocelesti in Champions League.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!


Il tabellino di Lazio-Cagliari

LAZIO-CAGLIARI 2-1

Marcatori: 45′ Simeone (C), 47′ Milinkovic-Savic (L), 60′ Immobile (L).

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Acerbi; Lazzari (58′ Marusic), Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto (90+1′ Cataldi), Jony (58′ Lukaku J.); Immobile (90+1′ Adekanye), Caicedo (65′ Correa). A disposizione: Guerrieri, Proto; Armini, Bastos, Falbo, Vavro; Anderson A.. Allenatore: Simone Inzaghi.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis (84′ Pisacane); Faragò, Nandez, Ionita (84′ Gagliano), Rog (67′ Birsa), Mattiello (71′ Ragatzu); Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Ciocci, Rafael; Ceppitelli; Ladinetti, Lombardi, Marigosu; Paloschi, Pereiro. Allenatore: Walter Zenga.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

Ammoniti: 45+1′ Jony (L), 50′ Lazzari (L), 87′ Klavan (C), 90′ Parolo (L).

Espulsi:


Lazio-Cagliari, cronaca in diretta e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: La Lazio ci mette 2 giri di lancette a ristabilire la parità, e un quarto d’ora a ribaltare la partita. La reazione dei rossoblù è inconsistente e gli ultimi 30 minuti sono una lunga passerella per salutare l’approdo dei biancocelesti in Champions League.

90+5′ – Triplice fischio di Piccinini, il Cagliari si fa rimontare dalla Lazio e perde 2-1.

90+1′ – Doppia sostituzione per la Lazio: entrano Adekanye e Cataldi al posto di Luis Alberto e Immobile.

90′ – L’arbitro concede 4 minuti di recupero.

90′ – Giallo anche per Parolo per un’entrata scomposta su Nandez.

87′ – L’arbitro estrae il cartellino ai danni di Klavan in seguito a un fallo su Correa.

84′ – Ultimi cambi in casa Cagliari. Entrano Pisacane e Gagliano, al debutto in maglia rossoblù, al posto di Lykogiannis e Ionita.

77′ – La Lazio sfiora il tris con Correa, servito da Immobile, ma Cragno salva ancora una volta.

71′ – Mossa offensiva di Zenga: fuori Mattiello, al suo posto entra Ragatzu.

67′ – Primo cambio del Cagliari. Esce Rog, calato a vista d’occhio col passare dei minuti, per far spazio a Birsa.

65′ – Altra sostituzione per Inzaghi. Esce Caicedo, dentro Correa.

60′ – GOL LAZIO. Partita ribaltata dai padroni di casa. Immobile sfila via a un disattento Walukiewicz e viene pescato da Luis Alberto: il bomber biancoceleste non perdona e sigla la rete numero 31 del suo campionato.

59′ – Altro tentativo di Joao Pedro di testa, ma Strakosha è ancora vigile e controlla in due tempi.

58′ – Doppio cambio tra le fila della Lazio. Inzaghi richiama a sè Jony e Lazzari, al loro posto Marusic e Jordan Lukaku.

55′ – Cragno da 10 e lode. Immobile controlla in area e gira al volo di sinistro, l’estremo difensore rossoblù si allunga con istinto felino e devia sul palo.

53′ – Serpentina di Luis Alberto che cerca il primo palo dal limite dell’area, Cragno si distende a terra e annulla il pericolo.

50′ – Piccinini pareggia il computo delle ammonizioni estraendo il giallo per Lazzari, reo di aver steso Mattiello.

47′ – GOL LAZIO. La seconda frazione parte nel peggiore dei modi. Jony arriva sul fondo e crossa, Lykogiannis respinge centralmente, Milinkovic-Savic si coordina dal limite dell’area e tira un missile al volo che non lascia scampo a Cragno.

22:47 – Ricomincia Lazio-Cagliari. I rossoblù hanno l’onere di mantenere intatto il vantaggio raggiunto allo scadere del primo tempo.

SINTESI PRIMO TEMPO: I rossoblù iniziano a rilento e vengono salvati a più riprese da Cragno. Dopo lo shock iniziale recuperano le distanze, gestiscono le sfuriate biancocelesti senza patemi e, dopo un paio di occasioni interessanti, trovano la rete con Simeone. La marcatura del Cholito, fortunosa, premia il buon quarto d’ora finale degli uomini di Zenga.

45+1′ – Duplice fischio di Piccinini, il Cagliari conclude il primo tempo in vantaggio di una rete.

45+1′ – Piccinini ammonisce Jony per proteste.

45′ – GOL CAGLIARI! Azione insistita del Cagliari, Ionita gioca di sponda per Simeone che calcia in porta, il pallone viene deviato da Luiz Felipe e si accomoda in fondo alla rete spiazzando Strakosha.

41′ – Simeone si divora il gol del vantaggio. Rog trova il Cholito su calcio d’angolo ma quest’ultimo, totalmente smarcato, colpisce malamente e spreca tutto.

31′ – Azione ben costruita del Cagliari, Mattiello pesca sul secondo palo Ionita che, di testa, trova la risposta pronta di Strakosha. Angolo per i rossoblù che si conclude in un nulla di fatto.

28′ – Tentativo Cagliari con un colpo di testa di Simeone su cross di Rog, la conclusione è debole e non crea troppi problemi a Strakosha.

18′ – Cragno si veste da supereroe. Jony crossa dalla sinistra, Immobile impatta a botta sicura ma il portiere alza sopra la traversa con un intervento prodigioso.

16′ – Ancora Cragno provvidenziale. Faragò si disimpegna male sul limite dell’area, la sfera viene prelevata da Luis Alberto, lo spagnolo calcia a giro ma il numero 1 dei sardi salva con una grande parata.

10′ – Sempre Lazzari sugli scudi: prima costringe Cragno a salvarsi in corner; poi, sugli sviluppi dello stesso, impegna ancora dalla distanza l’estremo difensore rossoblù, che respinge con fatica.

9′ – Puntuale la risposta della Lazio. Milinkovic-Savic pesca Lazzari col tacco, l’ex Spal calcia dalla destra ma Cragno blocca in tuffo.

8′ – Cagliari ancora pericoloso sempre con Joao Pedro. Nandez mette in mezzo una palla deliziosa dalla destra, il brasiliano arriva di testa col tempismo giusto ma alza sopra la traversa.

3′ – Subito urlo strozzato in gola per i rossoblù. Joao Pedro sigla una rete pazzesca su punizione, ma il calcio da fermo era di seconda (fallo per gioco pericoloso) e Piccinini si trova costretto ad annullare il gol.

21:45 – Fischio d’inizio di Piccinini, è partita Lazio-Cagliari. Padroni di casa in divisa biancoceleste, isolani in completo verde scuro.


Lazio-Cagliari, formazioni ufficiali

Inzaghi recupera in extremis Luis Alberto e decide di schierarlo in campo dal 1′. Tornano titolari anche Jony, reduce da infortunio, e Patric, che ha saltato le ultime 3 gare causa squalifica. Davanti coppia ImmobileCaicedo, con Correa pronto a subentrare.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luis Felipe, Acerbi; Lazzari, Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Jony; Immobile, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

Zenga opta per la soluzione Lykogiannis terzo sinistro di difesa in sostituzione di Carboni. Ionita giocherà da riferimento centrale, affiancato da Rog e Nandez. Faragò largo a destra, con Mattiello ad agire sul versante opposto. Joao Pedro e Simeone rilanciati insieme dopo il turnover alternato delle ultime due gare.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Faragò, Nandez, Ionita, Rog, Mattiello; Joao Pedro, Simeone. Allenatore: Zenga.


Pre-partita e probabili formazioni

Si svuota l’infermeria di Formello: Simone Inzaghi recupera gli ormai ex infortunati Jony, Correa e Marusic mentre resta in dubbio Luis Alberto. Ritorna anche Patric, che dopo le 3 giornate di squalifica è pronto a riprendersi il suo posto in difesa.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luis Felipe, Acerbi; Lazzari, Parolo, Cataldi, Milinkovic-Savic, D. Anderson; Immobile, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

Zenga, oltre ai lungodegenti Nainggolan, Pellegrini e Oliva, dovrà fare a meno anche dello squalificato Carboni. Klavan il favorito per sostituire il difensore classe 2001. In attacco, dopo due giornate di turnover, dovrebbe tornare dal 1′ la coppia d’oro Joao Pedro-Simeone.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan; Mattiello, Nandez, Rog, Ionita, Lykogiannis; Joao Pedro, Simeone. Allenatore: Zenga.


Lazio-Cagliari, la vigilia dei due tecnici

S. INZAGHI – «Fa piacere raggiungere la duecentesima panchina domani, dopo quattro anni è un traguardo importante che mi rende orgoglioso. Sappiamo però che ci manca la matematica per la Champions e dobbiamo conquistarla col Cagliari, contro il quale non sarà semplice. Fu una grande vittoria all’andata, ora la squadra cagliaritana è cambiata: stimo molto Zenga, si è trovato di fronte a diverse problematiche che sta risolvendo»

ZENGA«La partita dell’andata l’ho vista in diretta. Non ho bisogno di usarla come sprone. Inzaghi sta facendo un gran lavoro nel corso degli anni, sarà sicuramente una bellissima partita. Vogliamo finire in bellezza come comportamento e nel rispetto del blasone del Cagliari. Atteggiamento timido contro il Sassuolo? Non era paura ma rispetto. Non cerco mai alibi, ma di certo l’assenza di Nainggolan ha un peso enorme per una squadra come il Cagliari. Il toto allenatore non mi interessa. Ho la coscienza a posto e penso solo a fare bene in campo. Cigarini? Non me lo chiedete più. Non sono autolesionista nel non convocare un giocatore in un reparto che ha uomini contati. In queste gare mi piacerebbe anche valutare i giovani per fare qualcosa di utile alla società anche in futuro».


I precedenti del match

Sarà il trentasettesimo incrocio di campionato tra Lazio e Cagliari a Roma. Il bilancio è nettamente a favore dei padroni di casa: si contano 24 vittorie biancocelesti, 5 pareggi e 7 successi rossoblù. La prima volta che le due compagini si sono incrociate risale alla Serie B 1962/63, finì 2-1 per i padroni di casa. Seguirono altre due sconfitte negli incontri successivi, ma i rossoblù di Scopigno riuscirono ad inanellare tre successi consecutivi tra il ’66 ed il ’71. L’ultima vittoria rossoblù, firmata da Matri, risale alla stagione 2009/10. Da allora per i rossoblù sono arrivate soltanto sconfitte, alcune anche pesanti come i poker subiti nei precedenti del 2014/15 e 2015/16 (4-2 e 4-1 i finali), il secco 3-0 del 2017/18 ed il 3-1 della passata stagione, addolcito dal gol su rigore al 93′ di Joao Pedro dopo le reti di MilinkovicAcerbi e Lulic.

Partite giocate: 36 | Vittorie: 7 | Pareggi: 5 | Sconfitte: 24
Gol segnati: 33 | Gol subiti: 67


L’arbitro del match

La direzione di Lazio-Cagliari è stata affidata a Marco Piccinini della sezione arbitrale di Forlì. Il fischietto sarà coadiuvato dagli assistenti Longo e Scatragli, quarto ufficiale Di Martino. Al VAR Rocchi e Costanzo.

Due partite di Serie A ed una di Coppa Italia per un bilancio di due sconfitte ed un successo per i rossoblu. La prima direzione dei sardi nella passata stagione, in Cagliari-Chievo 2-1 (reti di Castro e Pavoletti). Qualche mese più tardi Piccinini diresse Cagliari-Atalanta 0-2 di Coppa Italia. L’ultimo incrocio in questa stagione, lo scorso dicembre alla Dacia Arena: 2-1 per l’Udinese, con reti di FofanaJoao Pedro e de Paul. Nessun precedente, invece, tra il direttore di gara classe ’83 e la Lazio.


Lazio-Cagliari, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match verrà trasmesso da DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. Oltre che su pc, la sfida sarà visibile sull’app della piattaforma tramite smart tv, smartphone, tablet e mobile. Inoltre, per i clienti Sky che hanno attivato l’offerta, Lazio-Cagliari sarà trasmessa su DAZN1, canale satellitare 209.