Lazio e Cagliari, un finale opaco: obiettivi a confronto

joao pedro cagliari lazio
© foto 16-12-2019 Cagliari, Calcio Serie A 2019/20, Sardegna Arena, Cagliari vs Lazio. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Joao Pedro

Lazio e Cagliari, dopo una sorprendente parte di campionato, stanno vivendo un finale di stagione opaco: gli obiettivi rimasti

Lazio e Cagliari sono probabilmente due delle grandi deluse di questo finale di campionato. I rossoblù si sono portati dietro problemi risalenti a prima dello stop del campionato. La squadra di Inzaghi, invece, si è sciolta nel tour de force con una rosa evidentemente troppo corta per giocare ogni tre giorni, complici anche i numerosi infortuni. Le ambizioni del Cagliari si erano interrotte proprio un girone fa, quando la Lazio si impose per 2-1 alla Sardegna Arena con una rimonta nei minuti di recupero. Quei 7 minuti di recupero sono stati fatali alla squadra di Maran, che da quel momento non è stata più capace di rialzarsi, abbandonando ogni sogno europeo. I biancocelesti hanno trovato la forza per lottare lo scudetto proprio da quella gara, risultando una delle formazioni più in forma del campionato fino allo stop.

COME SEGUIRE LA GARA IN DIRETTA TV

ASTINENZA – Entrambe le compagini stanno vivendo un’astinenza dalla vittoria lunga. A luglio non sono ancora arrivati i tre punti Lazio Cagliari, che proveranno ad interrompere il digiuno giovedì alle 21:45 allo stadio Olimpico di Roma. Rossoblù e biancocelesti non vincono dalle rispettive gare contro il Torino: 4-2 per gli uomini di Zenga alla Sardegna Area il 27 giugno, 2-1 in Piemonte per Immobile e compagni il 30. Da lì in poi il Cagliari ha giocato 6 partite e pareggiato 4 volte contro Bologna, Fiorentina, Lecce e Sassuolo. La Lazio invece è reduce dalla sconfitta di ieri sera contro la Juventus, la quarta nelle ultime 5. Solamente contro l’Udinese (0-0), i biancocelesti sono riusciti a non perdere.

OBIETTIVI – La cura Zenga non ha funzionato come la società avrebbe sperato. In 9 partite ha conquistato 10 punti, portando a casa una salvezza matematica e superando la soglia dei 40 punti. Il minimo sindacale per una squadra costruita per fare qualcosa in più. Resta l’ambizione di arrivare al 10° posto, classifica alla mano ancora alla portata (-1 dal Bologna) ma con un calendario non semplice. Zenga proverà anche a superare i 47 punti di Massimo Rastelli, ad oggi il miglior risultato dell’era Giulini in Serie A. Dall’altra parte la Lazio cerca l’ultimo punto per blindare la qualificazione alla Champions League, dopo essersi fatta sorpassare anche da Inter e Atalanta. Lazio-Cagliari di giovedì notte mette in palio tre punti per rendere meno opaco questo finale di stagione.