Connettiti con noi

Avversari

Juric: «Domenica dobbiamo essere tutti sul pezzo»

Pubblicato

su

Le parole dell’allenatore del Verona Ivan Juric nella conferenza stampa pre Verona-Cagliari, sfida in programma domenica alle 12:30

Mancano due giorni alla sfida che vedrà contrapposte Verona e Cagliari allo Stadio Bentegodi. Dopo la sconfitta gialloblù in Coppa Italia proprio contro i rossoblù di Eusebio Di Francesco, l’allenatore del Verona Ivan Juric è più determinato che mai. Vuole portare a casa una vittoria e i tre punti, sfruttando le difficoltà di un Cagliari che si trova senza alcuni giocatori fondamentali, assenti in quanto positivi al Coronavirus. Ecco, allora, le dichiarazioni di Juric durante la conferenza stampa pre gara nella sede dell’Hellas Verona.

LA SQUADRA – «Tutte le partite che abbiamo disputato sono state giocate al massimo. I ragazzi sono splendidi, c’è grande voglia di sacrificarsi e di stare attenti. In questo campionato stiamo andando oltre ed è tutto merito dei ragazzi: tu proponi, loro eseguono. C’è intelligenza tattica e tanta voglia di portare a casa il risultato».

LA SFIDA A BERGAMO – «Sinceramente a Bergamo ho visto qualcosa in meno rispetto alle partite precedenti a livello di gioco. Dopo il gol la squadra mi è piaciuta ma non abbiamo fatto grandi passi avanti a livello di prestazione. Li abbiamo fatti  dal punto di vista del sacrificio».

CHI RIENTRA – «Abbiamo un po’ di rientri anche se non è facile essere subito in forma per chi rientra. Noi, come squadra, dobbiamo essere bravi a restare così fanatici nel nostro lavoro e al contempo dobbiamo migliorare i dettagli e il gioco. Questa è la vera base dei risultati».

METODO – «Come riesco a ottenere risultati? Semplice, parlo con la squadra. Questo ambiente è ottimo, poi non devo sottovalutare il fatto che sul campo ci siamo solo io e D’Amico. pensiamo allo stesso modo, abbiamo la stessa concezione di come debba essere il gruppo. C’è tranquillità e, ovviamente, questi comportamenti facilitano il nostro lavoro e l’emergere di nuovi valori per noi ma anche per i ragazzi. Questo ambiente tira fuori il meglio di ogni persona che ci lavora».

L’AMAREZZA PER LA COPPA ITALIA – «Su quella partita di Coppa c’è ancora tanto rammarico ma sono gli episodi a essere importanti e determinanti. La concentrazione in quell’occasione è mancata e questo mi dispiace perché era un obiettivo facilmente raggiungibile».

IL CAGLIARI – «Di Francesco lavora su concetti che conosce molto bene, hanno ricominciato a lavorare da quella partita di Coppa dove hanno meritato di vincere. Da anni il Cagliari si rafforza di continuo con l’idea e l’obiettivo di finire nella parte sinistra della classifica. Come li affronteremo domenica? Cercando il modo giusto di attaccarli, sfruttando quella che è la base del calcio, semplice».

I GIOCATORI DEL VERONA – «Per quanto riguarda Lazovic aspettiamo ancora le visite per essere sicuri che sia disponibile. I tamponi sono negativi, aspettiamo che completi le visite di idoneità. In ogni partita abbiamo almeno otto indisponibili e abbiamo sempre e comunque fatto risultati. Questo significa che devi essere sempre sul pezzo. Ci sono giocatori che quest’anno hanno fatto il salto di qualità come Zaccagni, DimarcoDawidowicz. Sono molto soddisfatto del loro rendimento. Stanno molto bene anche Favilli e Di Carmine. Per Samu mi dispiace, poteva fare tre o quattro gol in queste partite. Lui sa di stare bene, gli manca solo l’andare a rete. Domenica giocherà lui, voglio che si sblocchi facendo quel bel lavoro che già conosce. Anche Magnani, fortunatamente, ha recuperato. Abbiamo tantissimi giocatori con i quali abbiamo preso un rischio enorme. Ha fatto una settimana piena ed è dentro, devo ancora decidere chi fare giocare».

CALCIOMERCATO – «Noi ci prepariamo al massimo ma non siamo ancora a un livello in cui si può parlare di maturità , siamo solo agli inizi di un processo. Il mercato di gennaio sarà una grande opportunità per migliorare in tutti i sensi ma non abbiamo fretta».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!