Is Arenas, Gigi Riva: “Situazione spiacevole, spero che…”

© foto www.imagephotoagency.it

Intervistato da La Gazzetta dello sport, Gigi Riva, grande simbolo della storia del Cagliari e dello storico scudetto conquistato nella stagione 1969/70 in Sardegna, si è espresso sulle vicende relative allo stadio “Is Arenas” di Quartu S.Elena che hanno portato all’arresto del presidente rossoblu Massimo Cellino: “Sono cose spiacevoli e antipatiche. Spero venga fuori la verità. Da parte del Cagliari abbiamo assistito a varie ipotesi. Prima Quartu, poi Elmas, di nuovo Quartu. Domenica si è giocato a Is Arenas, pensavo fosse lo stadio definitivo“. Il numero 11 per eccellenza della storia del club sardo, che ha poi ritirato la maglia in suo onore ha sempre difeso a spada tratta il vecchio Stadio S.Elia: “Il presidente Cellino ha abbandonato lo stadio olimpico della Sardegna per costruirne uno di sua proprietà. È inutile parlare ora del Sant’Elia. La situazione è delicata, provo amarezza. Ma il Cagliari e i suoi tifosi non hanno nulla da temere, come dimostrato nelle ultime partite“. Infine, Riva auspica riguardo all’evolversi della faccenda: “Mi auguro che la vicenda faccia il suo corso in tempi rapidi e che si chiarisca al più presto nei vari gradi. Da un anno si dibatte più di stadio, autorizzazioni e ricorsi. Da sardo acquisito spero si riprenda a parlare di pallone“.

Articolo precedente
Cellino, prima notte in carcere, Pili: “Chiede ai tifosi di sostenere la squadra a testa alta”
Prossimo articolo
Intercettazione con Paone, Cellino e i tanti pregi dell'”Is Arenas”