Giulini: «Ripartiamo da un nuovo allenatore»

Giulini cagliari emergenza coronavirus
© foto 02-12-2019 Cagliari, Calcio Serie A 2019/20, Sardegna Arena, Cagliari vs Sampdoria. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Giulini

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, prima della gara contro il Milan, ha parlato ai microfoni di Sky Sport

Si chiude ufficialmente oggi il campionato 2019/20 per il Cagliari, che affronterà alle 20:45 il Milan a San Siro. Nel prepartita, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato il presidente del club Tommaso Giulini.

LE DICHIARAZIONI«Sinceramente è desolante vedere che gli stadi sono ancora vuoti e che non c’è una progettualità per riaprili la prossima stagione. Va dato merito a Del Pino, Gravina e Spadafora per aver ripreso e concluso il campionato, ma ora mi auguro che si riaprano gli stadi almeno parzialmente perché questo non è calcio. Nel 2020 abbiamo fatto pochi punti, speravamo di restare attaccati e lottare fino alla fine per l’Europa. Purtroppo così non è stato. C’è delusione. Ritrovarci oggi tredicesimi non è soddisfacente, anche se con Maran abbiamo fatto un grande girone d’andata, mentre Zenga ha fatto subito i punti per salvarci. Abbiamo ragionato se ripartire da uno di loro due, ma nelle ultime ore abbiamo scelto di ripartire con entusiasmo con un nuovo progetto, io per primo ho bisogno di entusiasmo. Di Francesco? Siete troppo curiosi. Non si è finalizzato ancora nulla. Il suo nome potrebbe essere la prima scelta. Proveremo a mantenere una rosa competitiva e capire perché siamo finiti tredicesimi. Le colpe non sono solo degli allenatori, ma di società, giocatori e ambiente. Faremo tesoro di questa stagione deludente. Siamo riusciti a mantenere il bene più prezioso per la città, ovvero la Serie A. Se avessimo fatto meno punti all’andata e più al ritorno il giudizio sulla stagione sarebbe stata diverso».