Gigi Riva: «Il Cagliari è la casa dei sardi nel mondo. Questa squadra farà bene»

© foto www.imagephotoagency.it

Nel giorno del suo settantaduesimo compleanno, parla il più importante simbolo dei colori rossoblù. Gigi Riva, leggenda vivente del Cagliari e capocannoniere assoluto della Nazionale, si racconta in un’intervista rilasciata all’Unione Sarda e ripercorre l’epopea dello Scudetto ma tocca anche temi di attualità come il rendimento della squadra di Rastelli e i progetti per il nuovo stadio. Sulla squadra che in questi giorni fa discutere per lo stridore fra una buona classifica e una difesa troppo fragile, Riva si mostra fiducioso: «Lo vedo bene. E’ una squadra che ha un po’ di alti e bassi. In trasferta, in particolare, si disunisce un po’. Ma farà bene». Qualche perplessità invece sul futuro stadio del Cagliari: «Ecco, qui non sono d’accordo con Giulini. Trovo sbagliato puntare su 20 mila posti. Un piccolo stadio, fatto per i cagliaritani, mentre il Cagliari è di tutta la Sardegna. E’ una squadra che credo possa essere ancora seguita da decine di migliaia di persone, come quando giocavamo noi».
Una squadra, nel pensiero di Riva, in grado di unire tifosi vicini e lontani: «Il Cagliari, intanto, è un pezzo di casa per i sardi nel mondo. Ti fa sentire più vicino. Quanto a noi, eravamo la squadra simpatia. E’ bello sapere che, ancora oggi, c’è chi ama i colori rossoblù pensando a quel gruppo».