Enrico Cocco al Museo Rossoblù: i ricordi del decano dei calciatori

© foto www.imagephotoagency.it

Al Museo Rossoblù la visita di un ex speciale: Enrico Cocco, il più anziano fra i calciatori che hanno vestito la maglia del Cagliari

Nessuno rappresenta la memoria del Cagliari più di Enrico Cocco, classe 1924 e attualmente il più anziano ex calciatore della squadra sarda, che sabato ha voluto visitare il Museo Rossoblù (Quartu, via Diaz 77) e ripercorrere con i ricordi le avventure di oltre mezzo secolo fa. Gli anni, sfoggiati con allegria da un signore che a marzo ha spento una torta con 94 candeline, sono tutti ben presenti e ordinati nella memoria: infiniti gli aneddoti raccontati dal decano di tutti i calciatori del Cagliari. Chicco Cocco, ala destra capace di esordire in rossoblù appena quindicenne nella stagione 1939/1940, ha vestito la maglia della sua città fino al 1950 quando si è trasferito alla Tharros. Del suo percorso i libri di storia sportiva registrano il soprannome “Littorina” per la sua corsa sulla fascia destra, quasi 150 presenze e una quarantina di reti, la convivenza in squadra con leggende del club sardo come Puppo Gorini e le sfide con campioni di un’altra epoca come Silvio Piola. In mezzo anche l’interessamento di club come Genoa e Milan, rispedito al mittente dal giocatore per attaccamento alla sua terra e (come cambiano i tempi) perché nel capoluogo sardo aveva un impiego sicuro e a quell’epoca era qualcosa da non lasciarsi sfuggire. Nell’incontro di sabato è venuta fuori tutta la gioia di Cocco nel raccontare le sue avventure, incrociandole con un altro rossoblù di tempi più recenti quale Gigi Piras, che non ha voluto perdere l’occasione per tessere filo a filo i ricami di una storia lunga quasi un secolo.

Articolo precedente
Cagliari, i convocati per il Torino: out Castro
Prossimo articolo
Dessena all’intervallo: «Vogliamo vincere per Amelia e per Castro»