Dessena: «Volevo tornare ed eccomi qui, il Cagliari ha tanti capitani»

© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Dessena è il volto della favola cagliaritana, l’ennesima dopo quelle di Pisacane e Melchiorri. Il capitano è tornato a un anno dal terribile crac di Brescia e davanti al suo pubblico ha messo a segno una doppietta che va oltre i sogni più arditi. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il numero 4 del Cagliari ha messo in ordine gli eventi della sua rinascita: «Segnare non è il mio mestiere, ho toccato due palloni e li ho messi dentro: ancora non me lo spiego. Vuol dire che nella vita e nello sport c’è una logica: lavora sodo, ammazzati in palestra, odia attrezzi e fisioterapista, ma non mollare. Credi con forza in quel che fai e sarai ricompensato. Volevo tornare con tutte le mie forze e ce l’ho fatta».
Impossibile poi non parlare della tanto discussa vicenda della fascia da capitano: «I tifosi e l’ambiente sanno che Marco Storari è e rimarrà un leader, ha fatto e fa il bene del Cagliari. La squadra ha tanti capitaniMi hanno voluto la squadra, l’allenatore e la società. Quando entro nello spogliatoio il consenso è automatico. Trasmetto l’idea di Cagliari e del Cagliari, mi seguono e mi ascoltano».

Articolo precedente
Torino-Cagliari, le probabili formazioni
Prossimo articolo
Inter, per il dopo De Boer contattato anche Gianfranco Zola