Crotone-Cagliari, le pagelle dei rossoblù

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle del Cagliari dopo la vittoria di Crotone per 2-1, grazie ai gol di Joao Pedro e Borriello

Il Cagliari torna a vincere in trasferta nella partita più importante della stagione in chiave salvezza. A Crotone finisce 2-1, grazie a Joao Pedro Borriello che hanno risposto all’iniziale gol di Stoian. Ecco le pagelle dei rossoblù di Rastelli:

Gabriel 6: Seconda da titolare per il portiere brasiliano in prestito dal Milan. Può fare poco sul diagonale di Stoian che apre la partita. Per il resto è quasi sempre attento, anche se non corre mai particolari pericoli. Rischia nel finale respingendo male con i pugni sul cross di Martella.

Padoin 5: Non sembra trovarsi a suo agio nella posizione di terzino destro. Anche oggi ha grosse responsabilità sul gol degli avversari. Stringe troppo in occasione dell’1-0 di Stoian, aprendo una prateria all’esterno dei pitagorici che può battere indisturbato Gabriel. (dal 54′ Borriello 7: Entra e segna. Sono undici in campionato per il bomber rossoblù, sempre più implacabile e che da subentrato realizza un gran gol liberandosi del proprio marcatore e regalando con ogni probabilità la salvezza alla sua squadra).

Pisacane 6,5: Convince sempre di più nella posizione di difensore centrale. Non si fa mai saltare e si disimpegna senza difficoltà.

Bruno Alves 6,5: Solita partita da leader per il centrale portoghese che allontana ogni pericolo e lotta fisicamente contro gli attaccanti del Crotone.

Murru 6: Prestazione sufficiente per il terzino selargino che spinge poco, ma non soffre mai gli attacchi avversari sulla sua fascia.

Isla 6: Non aiuta come dovrebbe Padoin in occasione del gol dell’1-0 di Stoian. È suo però il cross, anche se non perfetto, su cui nasce il gol del pareggio di Joao Pedro. Nella ripresa, con l’uscita di Padoin, torna a fare il terzino destro.

Dessena 5,5: Senza un vero regista di ruolo è costretto a giocare più palloni del solito a centrocampo, non riuscendo a dare la qualità che servirebbe. (dal 67′ Di Gennaro s.v.: Entra per gestire meglio il pallone e dare maggiore qualità al reparto, ma è poco cercato dai compagni).

Barella 6,5: Si trova in difficoltà nell’iniziale centrocampo a 4. Nella ripresa, da mezz’ala sinistra, ha modo di mettere in campo tutta la sua qualità. Recupera una quantità infinità di palloni e si procura falli preziosissimi.

Ionita 5: Il Cagliari gioca prevalentemente a destra e lui si vede poco. Nel secondo tempo, con il passaggio dal centrocampo a 4 a quello a 3, cambia lato senza riuscire ad entrare in partita.

Joao Pedro 7: Il giocatore in più tra centrocampo e attacco. Recupera palloni, salta l’uomo e segna. Alla prima occasione punisce la difesa del Crotone che rinvia malamente un brutto cross di Isla. Il suo aiuto in fase di non possesso è fondamentale.

Sau 6: Nel 4-4-1-1 di partenza è l’unica punta, ma gioca lontano dalla porta. Si sacrifica in fase di non possesso, dando una mano alla catena di sinistra e lasciando più spazio a Joao Pedro in attacco. (dal 76′ Capuano s.v.: Entra nel finale per difendere il vantaggio).

Rastelli 6: Sorprende la scelta iniziale di tenere Di Gennaro fuori. La squadra senza regista fatica a creare gioco, ricorrendo spesso al lancio lungo. L’approccio non è dei migliori, nel primo tempo mancano intensità e qualità. Meglio nella ripresa, anche grazie al cambio modulo e all’ingresso decisivo di Marco Borriello che si inventa il gol salvezza.