Conte: «Buu per Lukaku? Non li ho sentiti» – VIDEO

Altra vittoria per l’Inter di Antonio Conte, che espugna anche la Sardegna Arena. Ai nostri microfoni il commento del tecnico nerazzurro

Trasferta positiva quella dell’Inter a Cagliari che conquista tre punti alla Sardegna Arena, battendo i rossoblù di mister Maran 2-1 grazie al gol di Lautaro Martinez e al rigore di Romelu Lukaku. Non può che essere soddisfatto della vittoria il tecnico dei nerazzurri Antonio Conte che, al termine del match, ha commentato la prestazione della serata in conferenza stampa.

LE DICHIARAZIONI – «Cagliari è un campo ostico, sono straconvinto che qua sarà difficile per tutti. Siamo stati bravi a gestire e adeguarci alla gara. Io sono esigente però, so che dobbiamo crescere e migliorare tanto ma abbiamo vinto un un campo difficile. Lo conosco bene, anche da giocatore. Questi sono punti importanti, due partite diverse, confermarsi in trasferta in questo campo è importante dopo la vittoria iniziale trascinati dai tifosi. Devo essere sincero ma non ho sentito nessun buu per Lukaku. Penso però che in Italia in generale dovremmo essere molto più educati e corretti. All’estero c’è grandissimo rispetto, tifano per la loro squadra e sono concetrati su quello, non sull’insulto all’avversario. Skriniar non cambiato posizione dopo gol del Cagliari. Ho spostato solo D’Ambrosio con l’ingresso di Godin. Sono contento per gli applausi a Barella. È un giocatore molto forte ma sta entrando ora in un’idea diversa di calcio. Io mi rivedo un po’ in lui. Si sta ambientando. Sanchez andrà in Nazionale, così gioca una partita importante e mette minuti sulle gambe. È rapido, tecnico, vede la porta, contiamo su di lui, così come sugli altri. Le decisioni col VAR? Le nuove regole sono molto audaci. Cambiamo totalmente la visione del calcio, soprattutto sui falli di mano. Amputiamo le braccia? Hai sempre paura. Per me il VAR è un mezzo molto importante».