Cagliari-Inter 1-2, rossoblù sconfitti e furiosi

stipendi cagliari nainggolan
© foto 01-09-2019 Cagliari, Calcio Serie A 2019/20, Sardegna Arena, Cagliari vs Inter. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Nainggolan

Cagliari-Inter, Serie A 2018/19: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Sardegna Arena, ore 20:45: si gioca Cagliari-Inter. I rossoblù, sconfitti all’esordio dal Brescia, cercano riscatto nuovamente in casa contro una corazzata costruita per vincere lo scudetto. I nerazzurri dall’altra parte vogliono ripetersi dopo il 4-0 al Lecce.

LA SINTESI – Parte piuttosto bene la squadra di Maran che fa densità per contrastare la fisicità degli avversari, ma poi poco dopo la metà del primo tempo arriva la doccia fredda. Sugli sviluppi di un corner Lautaro Martinez beffa Olsen, il guardalinee sbandiera e l’arbitro Maresca passa un paio di minuti in attesa di segnalazioni all’auricolare: il gol alla fine è convalidato. Poco dopo è Cerri ad avere sul piede il pallone del pari ma calcia a lato. A inizio ripresa Joao Pedro fa esultare la Sardegna Arena (oggi sold out) con un gran colpo di testa su cross di Nandez. Quindi sale alla ribalta suo malgrado l’arbitro: prima i rossoblù reclamano un rigore, poi se ne vedono concedere uno a sfavore. Lo trasforma Lukaku riportando definitivamente in vantaggio gli ospiti. Cagliari-Inter finisce così 2-1.

Cagliari-Inter 1-2, il tabellino

CAGLIARI (3-5-2): Olsen 6; Pisacane 5 (74′ Castro s.v.), Ceppitelli 5.5, Klavan 6; Nandez 6 , Rog 6, Nainggolan 6.5 (85′ Cigarini s.v.), Ionita 6, Pellegrini 6.5; Joao Pedro 6.5, Cerri 4.5 (46′ Simeone 6.5). A disposizione: Aresti, Rafael, Lykogiannis, Mattiello, Pinna, Romagna, Birsa, Cigarini, Oliva, Ragatzu. Allenatore: Rolando Maran 5.5.

INTER (3-5-2): Handanovic 6; D’Ambrosio 6, Ranocchia 5.5, Skriniar 6; Candreva 5 (78′ Godin s.v.), Vecino 5.5 (69′ Barella 6), Brozovic 6, Sensi 6.5 (77′ Politano s.v.), Asamoah 6.5; Martinez 6.5, Lukaku 6.5. A disposizione: Padelli, Berni, Bastoni, Dimarco, Lazaro, Borja Valero, Gagliardini, Esposito, Sanchez. Allenatore: Antonio Conte 6.

ARBITRO: Maresca di Napoli 5.

Ammoniti: Brozovic (I), Asamoah (I), Nainggolan (C), Ceppitelli (C), Pisacane (C), Ionita (C), Ranocchia (I), Nandez (C)

Marcatori: Martinez (I), Joao Pedro (C), Lukaku (I)

Cagliari-Inter 1-2, diretta live e sintesi

90’+5 FINE PARTITA – Finisce qui, fra i fischi sonori della Sardegna Arena all’indirizzo del direttore di gara

90’+4 – Ancora Ceppitelli, stavolta nell’altra area: salvataggio alla disperata su Politano

90’+1 – Ceppitelli stacca su cross di Pellegrini e manda alto, ma Maresca aveva comunque fermato il gioco

90′ – Conclusione forte e bassa di Politano, Olsen respinge. L’arbitro intanto concede 5 minuti di recupero

86′ – L’Inter accentua il palleggio, Cagliari volitivo ma stanco

83′ OCCASIONE INTER – Lukaku riceve al centro dell’area e calcia comodamente ma sbaglia clamorosamente la mira

80′ – Castro ruba un buon pallone e apre a memoria sulla destra, ma Ionita non ha il fiato per lo scatto al momento giusto

74′ – Maran prova ad avanzare il baricentro: esce Pisacane, entra Castro

71′ RADDOPPIO INTER – Lukaku spiazza Olsen, ospiti di nuovo in vantaggio

70′ RIGORE INTER – Questa volta Maresca non ha esitazioni, Sensi va giù in area e sarà rigore

69′ – Primo cambio per l’Inter, entra Nicolò Barella. Qualche fischio e molti applausi per il talentino cagliaritano

65′ – Grandi proteste dei rossoblù per un presunto tocco di mano di Brozovic su cross di Ionita. Maresca non concede e ammonisce Ceppitelli per proteste

59′ TRAVERSA INTER – Batte lo stesso Sensi, destro a giro col pallone che scheggia la traversa e va sul fondo

58′ – Fallo di Nainggolan su Sensi, l’Inter batterà una punizione dal limite dell’area

54′ – Nandez stavolta svirgola il cross e per poco non mette in difficoltà il portiere interista sul primo palo

50′ GOL CAGLIARI – Joao Pedro raddrizza il risultato con un bel colpo di testa: cross di Nandez, il brasiliano stacca e schiaccia il pallone alla sinistra di Handanovic

46′ INIZIO SECONDO TEMPO – La seconda frazione si apre con una novità nello schieramento rossoblù: fuori un Cerri sonoramente fischiato, al suo posto l’esordiente Simeone

45’+3 FINE PRIMO TEMPO – Duplice fischio, squadre negli spogliatoi per l’intervallo

45’+1 – Nainggolan in profondità per Ionita, ma il moldavo al limite dell’area sbaglia completamente il colpo di testa facendo impennare il pallone

45′ – L’arbitro Maresca concede tre minuti di recupero

44′ – Asamoah stende Nainggolan in uscita dall’area rossoblù, cartellino giallo

43′ – Traversone insidioso di Sensi, Klavan anticipa Martinez sul secondo palo e mette in angolo

40′ OCCASIONE CAGLIARI – Joao Pedro trova Cerri in area, il numero 9 calcia fuori da ottima posizione

35′ – Combinazione Martinez-Lukaku in area rossoblù, Ceppitelli ci mette una pezza in spaccata

32′ – Cross di Pellegrini per Joao Pedro, che però è preso in controtempo e non riesce a imprimere forza al pallone

28′ GOL INTER – Olsen battuto da Martinez, ma il guardalinee sbandiera. Maresca dopo lunga consultazione via auricolare col VAR convalida la rete

25′ – Affondo di Asamoah sulla sinistra, Pisacane si oppone e devia in corner

21′ – Brozovic ammonito per fallo su Nainggolan: Maresca aveva fatto continuare concedendo il vantaggio, a fine azione ecco il giallo

19′ – Tiro improvviso di Nandez, Ranocchia devia in corner

17′ – Asamoah controlla maldestramente nella sua area, i rossoblù reclamano un rigore per fallo di mano ma Maresca fa proseguire

15′ – Lautaro Martinez ci prova dal limite, conclusione fiacca che Olsen blocca in sicurezza

11′ – Splendido break di Pellegrini che lascia sul posto Candreva e parte, poi l’azione sfuma sul rientro della difesa interista

8′ – Su un rapido rovesciamento di fronte Olsen esce dalla sua area e spazza di piede

7′ – Cerri prova a fare sponda per Joao Pedro, anticipato però dall’uscita di Handanovic

4′ – Candreva dalla destra crossa per Lukaku, Klavan anticipa l’attaccante e libera l’area

1′ – Nainggolan ci tiene subito a far sentire che c’è: tiro dalla distanza, palla alta

1′ CALCIO D’INIZIO – Si parte. Cagliari in maglia rossoblù, casacca verde chiaro per gli ospiti

20:42 – Le due formazioni si schierano al centro del campo per le foto di rito, tutto pronto per il via

20:15 – Squadre in campo per il riscaldamento. Per il momento la temuta pioggia sta risparmiando la Sardegna Arena

Cagliari-Inter, formazioni ufficiali

CAGLIARI: Olsen; Pisacane, Ceppitelli, Klavan; Nandez, Rog, Nainggolan, Ionita, Pellegrini; Joao Pedro, Cerri. All. Maran

INTER: Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Martinez, Lukaku. All. Conte.

Cagliari-Inter, il prepartita

Rolando Maran deve fare i conti con il pesante infortunio di Pavoletti: «Sapete tutti cosa rappresenta per noi – le sue parole in conferenza stampaI numeri lo dicono, anche domenica siamo stati la squadra che ha fatto più cross. Dovremo cambiare qualcosa. Si sono aggiunti due ragazzi nuovi che possono darci una mano per caratteristiche ed entusiasmo». Sulla formazione «Abbiamo lavorato su alcuni accorgimenti, come facciamo ogni settimana. Al di là della mancanza di Pavoletti non dobbiamo mutare il nostro DNA. Rispetto alla settimana scorsa ci sono novità fra infortuni e arrivi, non so ancora se Nainggolan giocherà da play». Dall’altra parte Antonio Conte teme i rossoblù: «Campo difficile, ostico. Il Cagliari è una buonissima squadra, sicuramente avranno grande voglia di rivalsa dopo il passo falso col Brescia. Hanno fatto una grandissima campagna acquisti, alzando di tanto la qualità della rosa. Ed hanno anche un bravissimo allenatore. Cagliari fa parte degli step da affrontare, dopo la partita avremo le cose più chiare. Barella? Sta lavorando, sta entrando nei meccanismi. Sono molto contento del suo innesto in rosa, voglio che la competizione dia i suoi frutti»

Le probabili formazioni

Sono tegole pesanti quelle cadute in casa Cagliari in queste primissime battute della stagione. I lunghi infortuni di Cragno e Pavoletti complicano i piani di Rolando Maran che ora è costretto a trovare le contromisure: l’aiuto arriva dal mercato, anche se gli ultimi due arrivi sono davvero recentissimi. Forse troppo poco il tempo per far esordire di già Giovanni Simeone, mentre ha maggiori chance Robin Olsen. Sulle fasce tornano a piena disposizione Mattiello e Pellegrini, mentre a centrocampo dovrebbe riprendere il timone Cigarini. Probabile un aggiustamento tattico in avanti, dove il terminale diventa Joao Pedrocon Nainggolan e Castro (verosimile una staffetta con Birsa) ad agire alle sue spalle. Dalla parte opposta un’Inter che viene dal poker rifilato al Lecce e conta sulla grinta del tecnico Conte: probabile l’utilizzo dal primo minuto dell’ex rossoblù Barella.

CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Mattiello, Ceppitelli, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Castro, Nainggolan; Joao Pedro. All. Maran

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Martinez, Lukaku. All. Conte

I precedenti del match

Il bilancio dei precedenti è a favore dei nerazzurri, che in casa dei rossoblù hanno raccolto 14 vittorie contro le appena 7 affermazioni sarde. Il primo incrocio tra le due squadre risale al lontano 25 ottobre 1964: l’Inter, che a fine stagione conquistò lo scudetto, vinse 2-0 con le reti di Mazzola e Jair. Per trovare il primo successo rossoblù si deve guardare alla stagione 1967/68, quando le reti di BoninsegnaGreatti Riva permisero al Cagliari di Puricelli di ribaltare il doppio vantaggio nerazzurro firmato Cappellini. Rombo di tuono decisivo anche nell’incrocio seguente, quando con un suo gol regalò i due punti agli isolani. Nel 1969/70 la storia di Cagliari-Inter si spostò sul nuovo Sant’Elia, finì 1-1: alla rete di Suarez rispose Nenè. Nel 1971/72 una nuova vittoria sarda: in svantaggio per il gol dell’ex Boninsegna, i rossoblù rovesciarono a proprio favore il risultato grazie alle reti di Brugnera e del solito Riva. Seguirono circa vent’anni senza vittoria per il Cagliari, che interruppe l’astinenza nel 1993/94 grazie all’1-0 firmato Dely Valdes. La quinta vittoria è da ricercare addirittura nel 2009, quando il Cagliari di Allegri si impose al Sant’Elia per 2-1 grazie ai gol di Acquafresca e Cossu dopo il vantaggio di Ibrahimovic. L’ultimo successo isolano è del 2012/13: in esilio al Nereo Rocco di Trieste, gli uomini di Pulga batterono i nerazzurri di Mazzarri per 2-0 grazie ad una doppietta di Mauricio Pinilla. Negli ultimi precedenti casalinghi si contano un pareggio (1-1 a Trieste, stagione 2013/14) e tre sconfitte: 2-1 nel 2014/15 e 5-1 nel 2016/17. E’ finita 1-3 la sfida del 2017/18: decisivi i gol di Icardi (doppietta) e Perisic, bello quanto inutile il gol di Pavoletti nell’ultima parte di gara. L’ultimo precedente ha invece portato i tre punti ai padroni di casa: vantaggio isolano grazie ad un autogol di Perisic, pareggio di Lautaro Martinez e gol vittoria di Pavoletti.

Partite giocate: 39 | Vittorie: 7 | Pareggi: 18 | Sconfitte: 14
Gol segnati: 39 | Gol subiti: 55

L’arbitro della partita

A fischiare il calcio d’inizio del match della Sardegna Arena, in programma alle ore 20:45, ci penserà Fabio Maresca di Napoli. Inizialmente era stato designato al Var, ma con una nota sul proprio sito, l’Aia ha reso nota la sostituzione con Maurizio Mariani. Restano invariati gli assistenti Stefano Del Giovane di Albano Laziale e Alessandro Lo Cicero di Brescia, così come il quarto ufficiale Livio Marinelli di Tivoli. Come Var, invece, al posto di Maresca ci sarà Michael Fabbri di Ravenna, che affiancherà l’Avar Fabiano Preti di Mantova.

I PRECEDENTI – Sono 5 le occasioni in cui Fabio Maresca ha diretto il Cagliari: nella stagione 2015/16, in Serie B, a Pescara e Crotone arrivarono due sconfitte (1-0 e 3-1). Rossoblu a mani vuote anche nelle successive due partite dirette dal fischietto di Napoli, risalenti all’edizione 2017/18 della Serie A: 3-0 a Torino contro la Juventus e 2-1 in casa del Genoa. Il bilancio migliora se si guarda all’ultimo incrocio, quando i rossoblu riuscirono a superare a domicilio l’Atalanta nella passata stagione (rete decisiva di Barella con complicità di Pasalic). Tutti nella scorsa stagione i precedenti tra Maresca e l’Inter: si contano un successo contro la SPAL e due sconfitte, contro Atalanta e Torino.

Cagliari-Inter, diretta tv e streaming: dove vederla in diretta

Il match della Sardegna Arena rientra tra i sette che verranno trasmessi da Sky. Le restanti tre partite del turno andranno in onda su DAZNclicca qui per abbonarti gratis per un mese a DAZNCagliari-Inter (ore 20:45) sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport 1 (canale 201), Sky Sport 255 ed in pay-per-view su Now TV. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma Sky Go, disponibile per pc, smartphone e tablet.