Inter, Conte: «Cagliari campo difficile, sarà tosta»

conte inter
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Cagliari-Inter, la conferenza stampa di Antonio Conte: «Cagliari buonissima squadra guidata da un bravo tecnico, sarà tosta»

Dopo Rolando Maran (qui le sue parole), è il turno di Antonio Conte. Il tecnico dell’Inter ha incontrato i media al centro sportivo Suning per presentare la sfida di Cagliari, in programma domani alle 20:45. L’allenatore nerazzurro è partito dagli avversari: «Campo difficile, ostico. Il Cagliari è una buonissima squadra, sicuramente avranno grande voglia di rivalsa dopo il passo falso col Brescia. Hanno fatto una grandissima campagna acquisti, alzando di tanto la qualità della rosa. Ed hanno anche un bravissimo allenatore. Cagliari fa parte degli step da affrontare, dopo la partita avremo le cose più chiare».

CAGLIARI-INTER, DIRETTA TV E STREAMING: DOVE VEDERLA

I SINGOLI – «Dovremo fare grande attenzione, andare consci e preparati a giocare una gara tosta sotto tutti i punti di vista. Sanchez? Si deve ancora integrare bene, è molto bravo nella finalizzazione ma anche nell’assistere i compagni. Arriva con grande entusiasmo, è il benvenuto ed a Cagliari ci sarà. L’entusiasmo bisogna sempre gestirlo, dobbiamo continuare a lavorare con serietà,voglia e abnegazione. Dopo la gran vittoria contro il Lecce ho detto ai ragazzi che dobbiamo continuare a migliorare. Biraghi abbiamo deciso di riportarlo ad una buona condizione fisica, è arrivato un po’ provato. Ha bisogno di mettersi al pari con gli altri. Godin? Ha ripreso ad allenarsi con noi da questa settimana, dmani sarà in panchina. Ha bisogno di tornare nelle migliori condizioni. de Vrij? Vediamo…».

EX CONTRO – «Barella? Sta lavorando, sta entrando nei meccanismi. Sono molto contento del suo innesto in rosa, voglio che la competizione dia i suoi frutti. Dopo la sosta inizierà la Champions League e dovremo tutti farci trovare pronti. Nainggolan? Grande stima e rispetto nei confronti di Radja, stiamo parlando di un buonissimo giocatore: lo volevo al Chelsea…ma sono state prese altre decisioni, lo saluterò con piacere».