Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mazzarri: «Segnali positivi dopo Udine. Basta parlare di Bellanova»

Pubblicato

su

Il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri è intervenuto nel post gara in conferenza stampa: ecco le dichiarazioni dell’allenatore

(Emanuele Olla inviato all’Unipol Domus) – Il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri è intervenuto in conferenza stampa nel dopo gara dell’Unipol Domus contro la Juventus. Le dichiarazioni dell’allenatore.

GARA ODIERNA – «Segnali positivi dopo Udine, abbiamo fatto tante sconfitte di seguito ma abbiamo trovato tutte insieme le squadre di alta classifica come Milan e Lazio. A Udine siamo andati tutti avanti, a fare un calcio propositivo e ci siamo un po persi gli equilibri, la paura di fare falli. Ho delle colpe, dopo Torino pensavo che la strada fosse tranquilla e abbiamo pagato leggerezze. Contro Spezia e Udine sono state le gare sbagliate, se andiamo a rivederle sono state contropiedi micidiali, sbagliando anche noi molte occasioni. In ritiro abbiamo lavorato con video e altro per non commettere errori. Oggi nel contesto di un’annata difficile non abbiamo preso nemmeno un punto, da ora in poi non possiamo piu sbagliare, 5 su 6 gare sono abbardoabili e contro il Sassuolo sarà una super finale e chiedo aiuto e supporto da parte di tutti. Sono stanco, dobbiamo fare punti. Se oggi finiva in pareggio non avremmo rubato nulla, ci è girata male ma rimane una buona prestazione»

EQUILIBRIO E MENTALITA’– «A volte non penso di aver sbagliato robe di campo, ho tanta esperienza, contro le grandi squadre non abbiamo sbagliato partita ma contro le meno forti abbiamo fatto peggio, perche? Dopo Torino avrei dovuto mettere paura e portarli in ritiro, questo è il mio rammarico. Quanto affronti campioni come Dybala, giocatori del settore giovanile o che giocavano all’Olbia (Altare, ndr) hanno un pizzico di paura. Il Sassuolo è una super big, dobbiamo fare bene. Pavoletti e Marin venivano dal Covid, Lovato prima di Udine stava male invece oggi si è visto il vero Matteo. I ragazzi tutto sommato non hanno paura, possiamo fare meglio, Bellanova ad esempio non avuto la forza per spingere»

CAGLIARI – «Quando la Juventus sta perdendo è venuta tutta su, noi con un po di gamba avremmo dovuto fare male li. La Juve deve vincere, noi devevamo essere piu freschi e bravi a ripartire. Ci è andata male, la palla ribattuta da Altare è finita in porta. Pereiro con un po di fortuna avrebbe potuto pareggiare. Ci è andata bene sui diffidati, bravi con i cartellini e questo è un buon segnale in vista del Sassuolo. Con Grassi forse saremmo stati piu alti»

BELLANOVA – «Prima non giocava mai, ora si parla solo di lui, dopo il Torino tutti a parlare di Bellanova. E’ frastornato, tra richieste di mercato e media, vorrei che nessuno ne parlasse più fino alla fine dell’anno perchè sente la pressione ed è distratto. Prima non la sentiva, ora è sotto pressione»

ATTACCO – «Se capisco che la squadra perde la palla e tre attaccanti corrono per me va bene, quando ci attaccano non possiamo essere solo in 7 sotto la linea della palla. Milan e Napoli hanno una sola punta vera, Insigne e Politano fanno tutta la fascia, noi che lottiamo per salvarci dobbiamo farlo a maggior ragione. Non possiamo prendere imbarcate sbilanciando la squadra, a Udine l’ho persa io perchè ho scelto di andare in avanti e ci hanno bucato in velocità con Beto e Molina»

PROSSIME GARE – «Ero arrabbiato ma ho dato una pacca a tutti, domani sarò piu preciso che ora a caldo. Questa partita ci stava perderla»

EVITARE BLACK OUT «Martedi quando torniamo in campo andiamo a vedere tutte questo, dopo Udine piu di un’ora di riunione sui contropiedi. Non riusciamo a fare schemi su palla inattiva, abbiamo perso una palla stupida che ha permesso a Dybala di partire. Dobbiamo mettere la palla in mezzo e non perderla con gli schemi, non li faremo più, dovevamo liberare Pavoletti in area invece abbiamo perso la palla. Lovato ha fatto una grande gara su Vlahovic»

Advertisement