Chievo-Cagliari, le pagelle: non basta un super Cragno

cragno
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Chievo-Cagliari, gara vinta 2-1 dai clivensi

Chievo-Cagliari finisce 2-1 per i clivensi. A Verona i rossoblù interrompono la propria striscia di imbattibilità, perdendo contro un avversario in crisi nera. Ci ha pensato Giaccherini a sbloccare la gara con uno splendido calcio di punizione al 74′. Due minuti dopo è Inglese a raddoppiare. Inutile la rete di testa segnata da Leonardo Pavoletti a 9′ dalla fine.

Le pagelle del Cagliari

Cragno 7: Si oppone in ogni modo ai tentativi del Chievo. Miracoloso due volte su Inglese, può fare poco su entrambe le reti subite.

Andreolli 5.5: Gara senza sbavature fino all’errore che permette ad Inglese di segnare il 2-0. Si lascia andare troppo facilmente sulla finta, concedendo il tiro col destro all’attaccante del Chievo.

Ceppitelli 6.5: Dalle sue parti raramente si passa. Contrasta sempre efficacemente gli attaccanti avversari ed è spesso chiamato ad impostare l’azione. Si prende anche qualche rischio di troppo, come dribblare e portare palla da ultimo uomo.

Castan 6.5: Particolarmente nervoso, ma non per questo meno efficace in fase difensiva.

Dessena 4.5: In fase offensiva non si vede mai. In difficoltà ogni volta che lo punta Gobbi e in generale non sembra mai sicuro quando il pallone arriva dalle sue parti. Fuori condizione. (dal 58′ Faragò 5.5: Il suo ingresso non porta i benefici sperati sulla fascia destra).

Ionita 5.5: Prestazione opaca per il moldavo, nonostante provi a rendersi pericoloso con i suoi inserimenti da dietro. (Dal 79′ Han s.v.).

Padoin 5: Lopez sceglie lui per sostituire in regia Cigarini. Fatica a trovare la posizione giusta per essere servito dai compagni e ha responsabilità sul gol del 2-0 di Inglese.

Barella 6: È ovunque, prova a recuperare palloni su palloni e accendere la manovra rossoblù, senza grande successo. Non basta al Cagliari. Può fare sicuramente di meglio.

Lykogiannis 6: Inizia bene, poi una serie di errori che lo fanno uscire dalla gara. Bene quando prova l’azione personale, ma non si intende ancora con i compagni di squadra. Suo il cross per il gol di Pavoletti.

Joao Pedro 5.5: Il Cagliari gioca soprattutto palloni alti. Lui lotta, ma il gioco aereo non è il suo forte. Soffre e subisce la fisicità dei difensori clivensi al limite (e oltre) del regolamento. (dal 69′ Sau 5: Dovrebbe dare qualcosa in più, ma non si vede mai).

Pavoletti 6: 80 minuti da fantasma fino al gol che ha riacceso le speranze. Di pregevole fattura il tuffo di testa, peccato che non sia servito. In realtà avrebbe sui piedi il pallone del 2-2, ma un super Sorrentino gli nega la gioia del pari.

Lopez 5: Il brutto Cagliari visto contro il Sassuolo si presenta anche al Bentegodi di Verona. Questa volta il risultato è ben diverso, nonostante fino alla punizione di Giaccherini sembrava tutto orientato per lo 0-0.


Le pagelle del Chievo Verona

Sorrentino 6.5: Il Cagliari tira realmente in porta due volte. Può fare poco sul gol di Pavoletti. Miracoloso sul secondo tentativo del rossoblù.

Cacciatore 6.5: Soffre Lykogiannis in fase difensiva, ma si fa sempre vedere nella metà campo rossoblù.

Gamberini 6.5: Vince quasi tutti i duelli aerei con Pavoletti e Joao Pedro.

Bani 5.5: Si fa anticipare da Pavoletti sul gol del 2-1.

Gobbi 6.5: La scorsa stagione aveva segnato il gol dell’ex. Questa volta si limita a far male sulla sinistra, puntando Dessena ogni volta che può.

Castro 6: Prestazione solida a centrocampo per l’argentino, al ritorno da titolare dopo l’infortunio. (dall’89’ Dainelli s.v.).

Radovanovic 6: Se il Chievo Verona vince tanti duelli a centrocampo il merito è soprattutto suo. Gara sufficiente.

Hetemaj 6: Idem come sopra. Partita solida e sufficiente.

Birsa 5: Il trequartista fatica a trovare la posizione, così come a creare occasioni per sé e per i compagni. (dal 69′ Giaccherini 7: Entra e segna. Non si può chiedere di meglio all’ex centrocampista del Napoli, che batte un fin lì insuperabile Cragno con uno splendido calcio di punizione).

Pucciarelli 5: Lì davanti non si fa notare se non per il cartellino giallo che Nasca gli mostra prima di uscire dal campo. (dal 60′ Meggiorini 6: La sua velocità e imprevedibilità danno qualcosa in più all’attacco del Chievo).

Inglese 7: Due miracoli di Cragno gli negano il gol. Trova il raddoppio al termine di una splendida azione personale.

Maran 6.5: Il suo Chievo ha voglia di vincere e scacciare la crisi. Azzecca il cambio di Giaccherini: è una magia dell’ex Napoli a sbloccare la partita e consegnare i 3 punti alla squadra.

Articolo precedente
chievo-cagliariChievo-Cagliari 2-1, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
sondaggio cagliarinews awardSONDAGGIO – Chievo-Cagliari, vota il miglior rossoblù