Carta: «Nainggolan? Siamo dispiaciuti, ma abbiamo Ounas»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Durante la conferenza di Adam Ounas alla Sardegna Arena, era presente anche il ds del Cagliari Pierluigi Carta, che ha parlato del mercato appena terminato

Questo pomeriggio la sala stampa della Sardegna Arena ha ospitato la conferenza di Adam Ounas, neo acquisto del Cagliari Calcio. Il giocatore è stato accompagnato dal ds Pierluigi Carta che, assieme all’algerino, ha risposto ad alcune domande dei media. I quesiti posti al direttore sono stati prevalentemente indirizzati sulla sessione di mercato conclusasi lunedì sera. Di seguito le risposte di Carta.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

LE PRESENTAZIONI – «Adam Ounas è arrivato dal Napoli con la formula del prestito per un anno, nella speranza di riuscire a riscattarlo. Averlo preso al fotofinish del mercato fa capire come sia il giocatore che il nostro Club abbiano voluto fortemente questo matrimonio».

IL PROGETTO DEL CAGLIARI – «Il progetto è quello di prendere giocatori funzionali al nuovo progetto tecnico e fare in modo che diventino patrimonio della società. Adam è uno di quei giocatori che rispecchiano il progetto».

LA TRATTATIVA PER OUNAS – «È stata una trattativa complicata, ma credo sarebbe venuto comunque nonostante l’eventuale acquisto di Radja Nainggolan. Il fatto che il Napoli ci ha dato l’ok all’ultimo fa capire come sia stato difficile portare Ounas qui».

IL BILANCIO A FINE MERCATO – «Il bilancio è positivo, ma la rosa presenta degli esuberi. Abbiamo 31 giocatori e la cosa potrebbe creare qualche difficoltà. Però, per quanto ci riguarda, siamo contenti di questa sessione di mercato. Le cessioni? Noi i pezzi pregiati naturalmente ce li siamo tenuti, ma non abbiamo fatto tanti passi per sfoltire la rosa. È stata una sessione di mercato particolare, come per tutti i Club».

L’AMAREZZA PER NAINGGOLAN – «Nainggolan? Siamo tanto dispiaciuti per come sia andata della trattativa, sia per i tifosi che per la società. È arrivata una chiamata da parte di Zhang al presidente Giulini, son stati al telefono oltre un’ora, ma lo vedevo sconsolato. Alle 18:30 abbiamo deciso di fare una scelta, dopo che abbiamo anche avuto l’ok del Napoli per Ounas. Non ci sono più stati i presupposti per portare il Ninja qui, nonostante il presidente avesse tutte le buone intenzioni per riaverlo. Riprovarci a gennaio? Chissà, è sempre un’operazione da ultimo minuto. Penso che se si dovessero riverificare le condizioni, ci potremo ripensare, ma dipende dalle cifre, che per ora erano davvero eccessive per noi e ci siamo ritrovati a dover ripiegare su altro».

LA ROSA E I RIMPIANTI – «La rosa va completata, manca un terzino destro e stiamo già lavorando per gennaio. Le decisioni sui giocatori le abbiamo prese con il mister, abbiamo sempre cercato di lavorare insieme e di accontentarlo. Tra i prossimi obiettivi, da riprovare nella sessione di gennaio, c’è sicuramente Brian Rodriguez, ma non lo considero un vero rimpianto».

RINFORZI PER LA PRIMAVERA – «Marko Brkic è un 2002 che ci darà tanto per la Primavera e che andrà a colmare il vuoto lasciato da Mas e Gagliano. È una prima punta, che sicuramente darà quel qualcosa in più ad una squadra già tanto competitiva».