Carta: «Joao Pedro non è un giocatore in uscita»

© foto Claudio Fiori per CagliariNews24.com

Mattinata di presentazioni alla Sardegna Arena: al fianco dei neoarrivati Tripaldelli e Tramoni ha presenziato anche il DS Carta, che ha parlato di calciomercato

Volti nuovi alla Sardegna Arena. Questa mattina Alessandro Tripaldelli e Matteo Tramoni, due tra gli acquisti più recenti in casa Cagliari, si sono presentati ai microfoni dei media. Al fianco dei due nuovi acquisti il ds Carta, che ha parlato di ciò che potrebbe succedere da qui a fine mercato. Di seguito le sue parole.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

QUESTIONE NAINGGOLAN – «Nainggolan, se dovesse arrivare, sarebbe un grande valore aggiunto. Se si realizzerà sicuramente avverrà alla fine, ma non abbiamo noi la palla in mano. Stiamo lavorando anche su altri interventi da fare sul mercato, sarà una settimana pesante perché i nostri obiettivi sono ambiti anche da altri club».

LA SCELTA TRAMONI – «Cossu seguiva Matteo (Tramoni, ndr) già da gennaio, e ha valutato che potesse esserci utile. La Serie A ha dei presupposti tecnici e tattici diversi, ma Matteo da subito ci ha dato grande disponibilità facendoci capire di essere un profilo che fa al caso nostro».

IL MERCATO PER JOAO PEDRO – «Per privarsi di Joao Pedro abbiamo bisogno di elementi che possano convincerci a cederlo: è un giocatore dal grande peso specifico offensivo, e l’anno scorso ha fatto la differenza. Non è in uscita, ce ne priveremmo solo se ci fossero i giusti presupposti economici».

JP, NANDEZ E CRAGNO – «Difficile dire di no a un’offerta importante per Joao Pedro, Nandez e Cragno, ma dipende molto dalla situazione che ci si presenterà. Se l’ultimo giorno arriva una proposta allettante per un giocatore bisogna anche saper valutare il buco che lascia e se è possibile colmarlo in qualche modo. Per ora, comunque, non si è presentato ancora nessuno con offerte irrinunciabili per nostri giocatori».

LA PRIMAVERA ROSSOBLÙ – «Quest’anno abbiamo un gruppo molto giovane formato prevalentemente da 2003. Al gruppo sicuramente manca un’attaccante, perché la partenza di Gagliano ha creato un buco e cercheremo di colmarlo in ogni modo. Abbiamo un nuovo allenatore, Agostini, aiutato tra gli altri da Conti: entrambi stanno facendo un grandissimo lavoro. I ragazzi stanno onorando la maglia, e noi siamo molto soddisfatti. Il settore giovanile e l’Academy stanno attraversando delle difficoltà non preventivabili, dovremo essere bravi a gestire questo momento».

IDEA SCHONE PER IL CENTROCAMPO? – «Schone non è un giocatore che stiamo seguendo».