Calciomercato Cagliari: nomi importanti e ingaggi pesanti

Godin calciomercato Cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Cagliari: iniziano a girare nomi importanti per rinforzare la squadra di Eusebio Di Francesco, ignorando il problema degli ingaggi pesanti

Calciomercato Cagliari, si parte col botto. Almeno con i nomi. Si sa, il mercato fa sognare i tifosi, con nomi altisonanti e ipotetiche formazioni da schierare in campo alla ripresa del campionato. Sogni che però spesso restano tali. L’arrivo di Eusebio Di Francesco sulla panchina rossoblù ha alimentato le voci di mercato su alcuni suoi ex giocatori, avuti sia a Roma che nella più breve parentesi alla Sampdoria. Eppure nella conferenza stampa di presentazione del tecnico abruzzese, il nuovo direttore sportivo Pierluigi Carta era stato chiaro: «Per il progetto si tratta di trovare calciatori funzionali e futuribili, senza per forza fare spese eccessive». Spese eccessive che possono far riferimento anche agli ingaggi pesanti dei calciatori accostati negli ultimi giorni al Cagliari come Diego Godin, Juan Jesus, Alessandro Florenzi e Salvatore Sirigu.

NINJA – Una dovuta eccezione va fatta per Radja Nainggolan. Per il Ninja il club di Tommaso Giulini è disposto a fare ben più di un sacrificio, dopo che il belga ha dimostrato la sua importanza in campo e nello spogliatoio nel campionato appena concluso. Con l’Inter ha ancora un contratto per due stagioni da 4,5 milioni l’anno. Il centrocampista sembra però fuori dai piani dei nerazzurri, che si sbarazzerebbero volentieri del suo ingaggio pesante. Per trattenerlo in Sardegna, il Cagliari deve fare uno sforzo economico sia per lo stipendio sia per il cartellino di Nainggolan. I 9 milioni che gli restano sul contratto con l’Inter potrebbero essere spalmati in un triennale da 3 milioni a stagione. Per quanto riguarda il cartellino, invece, si tratta ed è qui che entra in ballo il nome di Diego Godin.

GODIN E L’INTER – Si parla infatti di un possibile scambio, più conguaglio a favore del Cagliari, che vedrebbe Nainggolan restare in rossoblù e Alessio Cragno trasferirsi all’Inter. Per ridurre il conguaglio, si è ipotizzato l’inserimento di Godin, esperto difensore uruguagio classe 1986, che non si è trovato a suo agio nella difesa a tre di Antonio Conte. L’ex Atletico Madrid, in campo con i colchoneros alla Sardegna Arena nell’amichevole organizzata due estati fa, intriga il Cagliari, che con l’Uruguay ha sempre avuto un rapporto speciale. La moglie del capitano della Celeste, infatti, è Sofia Herrera, figlia dell’ex centrocampista rossoblù Pepe Herrera e nata proprio a Cagliari durante la sua esperienza sarda. L’arrivo di Godin chiuderebbe in qualche modo un cerchio, ma al momento sembra un’operazione molto complicata. Il difensore ha un contratto con l’Inter fino al 2022 da 5 milioni l’anno. E se Nainggolan si ridurrebbe l’ingaggio per questioni affettive, non è detto che l’uruguagio sia disposto a fare altrettanto. Seconda cosa, ma non meno importante, Conte l’ha rilanciato titolare in Europa League. Anche oggi, contro il Bayer Leverkusen, dovrebbe partire dal 1′: se è rientrato nelle gerarchie dell’allenatore perché lasciare Milano?

LA ROMA – Alessio Cragno potrebbe essere la chiave di volta del calciomercato del Cagliari. Il portiere fa gola anche alla Roma, non convinta dalle prestazioni di Pau Lopez. Ecco allora che si ipotizza un altro scambio che coinvolgerebbe Juan Jesus e Alessandro Florenzi. Il difensore brasiliano era stato avvicinato già a gennaio, come rivelato dallo stesso Giulini. Di Francesco l’ha allenato a Roma e potrebbe puntare su di lui per rivoluzionare una difesa che non ha convinto nella stagione 2019/20. Resta, anche in questo caso, il nodo ingaggio da 2,2 milioni all’anno con un contratto in scadenza nel 2021. Dopo una stagione da appena 4 presenze in campionato, è ipotizzabile che JJ scelga una nuova destinazione per rilanciarsi e giocare, accettando un ingaggio inferiore. Molto più complicato il discorso legato a Florenzi, nome accostato al Cagliari a gennaio senza alcun tipo di conferma. L’esterno giallorosso, che Di Francesco conosce bene, percepisce uno stipendio da 3 milioni fino al 2023 e alla porta avrà altre offerte, in grado di garantirgli magari non la stessa cifra, ma comunque una superiore rispetto alle disponibilità del Cagliari. Florenzi ragiona in ottica Europeo per conquistarsi un posto in Nazionale: in Sardegna avrebbe la garanzia di giocare sempre con un allenatore che conosce bene. Discorsi complicati, che al momento restano supposizioni da fantamercato, come quando Il Corriere dello Sport scrive che lo sponsor del terzino destro potrebbe essere Radja Nainggolan, al momento però ancora dell’Inter.

SIRIGU – Se in tutti questi discorsi dovesse partire davvero Alessio Cragno, allora il Cagliari dovrebbe puntare su un altro portiere. Il sogno, nemmeno tanto nascosto, è quello di Salvatore Sirigu, sardo doc. Giulini più volte ha detto di volerlo portare in rossoblù e l’eventuale partenza dell’Uomo Cragno permetterebbe all’operazione di entrare nel vivo. Sirigu è in rotta con il Torino, che non l’ha schierato nelle ultime giornate di campionato. Per l’estremo difensore di La Caletta c’è ovviamente la fila, con la Roma in pole per sostituire proprio Pau Lopez. L’ingaggio in questo caso è alla portata del Cagliari, con 1,7 milioni l’anno, ma comunque rappresenterebbe una spesa importante in un ruolo che al momento – salvo partenza di Cragno – non è una priorità.

CALCIOMERCATO CAGLIARI – Il calciomercato del Cagliari ha per ora fatto solo nomi, ma a poco meno di una settimana dall’inizio del ritiro non c’è ancora niente di concreto. Giocatori importanti sono stati accostati al Cagliari quasi senza tenere in considerazione l’ingaggio. Prossimamente Carta, coadiuvato da Colombo e Cossu, dovrà entrare in azione: Eusebio Di Francesco attende i giusti rinforzi per il suo 4-3-3. Averli da subito ad Aritzo sarebbe fondamentale.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM