Cagliari, Rastelli: «Servirà una gara perfetta, conosciamo i punti deboli dell’Inter»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari si appresta a riprendere il campionato dopo la sosta. Sulla strada degli uomini di Rastelli c’è l’insidiosa trasferta di Milano contro l’Inter. La posizione di classifica dei rossoblù, decimi con dieci punti, è rassicurante ma il tecnico campano è consapevole che per la salvezza servono anche i punti lontani dal Sant’Elia: «Contro l’Inter si può fare bene solo con una prova perfetta, sbagliando poco e sperando che a loro capiti una giornata storta. Abbiamo studiato i loro punti di forza e quelli dove poterci infilare», ha spiegato a La Gazzetta dello Sport.

 

Inutile nascondere le insidie della sfida del “Meazza”. Di fronte ci sarà una squadra ben attrezzata ma che ancora non ha trovato la quadra: «Per organico e qualità l’Inter è vicina alla Juve. Ha cambiato tecnico a pochi giorni dal via, De Boer è ripartito quasi da zero. Ha grandi campioni, forse deve trovare continuità. Non abbiamo alibi, siamo consapevoli di dover mettere testa e cuore. Non ci snatureremo e saremo propositivi. Joao Mario e Banega non danno riferimenti. Ci prepariamo per questi aspetti, penso a mettere gli uomini giusti al posto giusto».

 

Chiusura sui prossimi impegni, che vedranno i rossoblù impegnati – dopo la trasferta milanese – in casa contro la Fiorentina ed in trasferta contro la Lazio. Un trittico da brividi, al quale Rastelli aggiunge anche le gare contro Palermo al Sant’Elia e Torino in trasferta: «Non faccio tabelle, sarebbe sciocco alla vigilia di cinque partite, due in casa e tre fuori. Ma 10 punti dopo sette gare, tutti al Sant’Elia, sono un buon bottino. Ora dobbiamo prenderci qualcosa in trasferta».

Articolo precedente
Inter, leggera tendinopatia per Ranocchia: condizioni da valutare
Prossimo articolo
Primavera, i convocati di Canzi per Cagliari-Salernitana