Cagliari, quale sarà il futuro dei rossoblù in prestito all’estero?

Despodov Cagliari
© foto CagliariNews24.com

Despodov, Miangue e Bradaric: il futuro dei tre giocatori di proprietà del Cagliari e in prestito in tre campionati esteri diversi

C’è chi prova a concludere la stagione e chi come l’Olanda dichiara il campionato finito. Gli Stati europei affrontano l’emergenza Coronavirus in modo diverso, così come le varie federazioni sportive e calcistiche. Per quanto riguarda l’Italia, la FIGC ha prorogato il termine ultimo per la Serie A dal 30 giugno al 2 agosto. Si aspetta però un altro passaggio importante, insieme all’ok per la ripresa degli allenamenti, che probabilmente dovrà essere dettato anche dal Governo: la proroga anche sui contratti in scadenza e i prestiti, in scadenza a fine giugno. Il Cagliari aspetta in questo senso, visto che ha diversi giocatori importanti in prestito, come Olsen, Pellegrini e Nainggolan, mentre altri in scadenza come Cigarini, Klavan e Cacciatore.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

IN ITALIA OK – Senza una deroga, il campionato sembra non poter andare avanti. Se si riprenderà, i giocatori in prestito potranno concludere la stagione con l’ultima maglia indossata prima dell’interruzione. Per il Cagliari il discorso vale sia per Nainggolan e compagnia, sia per i diversi giocatori in prestito tra Serie A e B. Deiola e Farias potranno restare a Lecce, Pajac al Genoa, Cerri alla Spal, Romagna – anche se infortunato – al Sassuolo, Vicario al Perugia, Pinna a Empoli, Caligara a Venezia e Ceter al Chievo Verona. Che ne sarà invece dei rossoblù in prestito all’estero?

RISCATTI – Parliamo di tre giocatori: Senna Miangue, Filip Bradaric e Kiril Despodov. La situazione di Miangue è la più particolare, visto che in Belgio il campionato è stato dichiarato concluso, con tanto di minacce non troppo velate da parte della UEFA. Il Cagliari l’aveva ceduto allo Standard Liegi nell’estate del 2018 in prestito biennale con diritto di riscatto, che però difficilmente verrà esercitato visto il poco spazio avuto dall’ex Inter in queste due stagioni. C’è un diritto di riscatto anche per Bradaric, che dopo il breve ritorno in Croazia, è da gennaio in Spagna, in forza al Celta Vigo. Il rendimento non è stato negativo, anzi, ma ha giocato appena 4 partite. Saranno bastate a convincere il Celta ad acquistarlo? L’ipotesi che la Liga non riparta si fa infatti sempre più concreta. Il ministro spagnolo dello sport, infatti, ha avvisato nelle ultime ore che sarà molto difficile concludere il campionato in estate.

DESPODOV – L’Austria, dove gioca Kiril Despodov, si è invece già portata avanti. Le squadre sono tornate ad allenarsi, anche se con qualche restrizione, come dimostrano le foto dell’attaccante bulgaro che si cambia all’interno dell’automobile come se stesse andando a giocare a calcetto. Despodov è stato ceduto in prestito secco la scorsa estate allo Sturm Graz e quindi rientrerà alla base a prescindere. Da capire solo quando e se lo farà per restare in Sardegna.