Connettiti con noi

News

Cagliari, paura per il croato Marko Rog

Pubblicato

su

Il centrocampista croato Marko Rog sente ancora dei fastidi al ginocchio e la paura inizia a regnare sovrana in casa Cagliari

Si sa, la sfortuna è l’acerrima nemica dell’uomo. Non guarda in faccia e non fa sconti a nessuno, anzi, preferisce accanirsi sempre sulla stessa vittima. Il Cagliari, dopo le positività al Coronavirus emerse a poche ore dall’ultimo match all’Olimpico, inizierà il 2021 non nel migliore dei modi visto che probabilmente Eusebio Di Francesco, nella partita del 3 gennaio contro il Napoli, dovrà fare a meno di uno dei tasselli fondamentali del gioco rossoblù: Marko Rog. La botta al ginocchio destro, rimediata durante la partita contro la Roma e che l’ha costretto a uscire appena dopo quindici minuti, non sembra essere un semplice fastidio. Nonostante i giorni di riposo per le festività, il dolore non sembra affievolirsi. Sono in corso tutti gli esami specifici per capire quale sia l’entità dell’infortunio e il Cagliari inizia a tremare dalla paura.

INDISPENSABILE – Fare a meno del centrocampista croato è impensabile. In campo fa sempre la differenza e nonostante in questa stagione, nel suo nuovo ruolo, sia tanto sacrificato, Rog non smette mai di sorprendere. Con la sua corsa indemoniata riesce a recuperare qualsiasi cosa ed è proprio con questo spirito e in uno di questi recuperi che, contro la Roma, si è immolato per la sua squadra cercando di impedire ai giallorossi di dare avvio a un contropiede che sarebbe stato troppo pericoloso. Come un guerriero, Rog, ha cercato di resistere nonostante il suo miracoloso intervento gli abbia causato una torsione dell’articolazione ma anche per i guerrieri è lecito fermarsi, anche se per alzare la bandierina bianca. Rog, al quindicesimo minuto si è trovato costretto a lasciare il campo dolorante e a guardare il resto della partita dalla panchina. Prima di allora, in questo primo scorcio di stagione, il croato è stato sostituito solo tre volte nei minuti finali.

IL NAPOLI – Con le dita incrociate si attendono gli esiti dei vari controlli a cui Marko Rog si sta sottoponendo, sperando che quel fastidio possa sparire da un momento all’altro in modo da vederlo primeggiare in campo contro quella squadra, il Napoli, che non gli ha concesso mai spazio e che non gli ha dato modo di far vedere le qualità che a Cagliari, invece, sono esplose fin da subito. Con la maglia rossoblù numero 6, Rog, più agguerrito che mai, vuole la sua rivalsa, vuole far vedere alla sua ex chi è diventato, come è diventato, quale contributo fondamentale può dare in ogni momento della partita. Voglia di riscatto personale ma anche per il suo Cagliari, voglioso di inaugurare il 2021 nel migliore dei modi, con quella vittoria che manca da troppo tempo.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!