Cagliari-Parma 2-1, pagelle e tabellino

cagliari-parma
© foto CagliariNews24.com

Cagliari-Parma, 24ª giornata Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Il Cagliari torna alla vittoria dopo oltre un mese e mezzo. All’avvio di gara arrembante della squadra isolana il Parma ha risposto segnando alla rima occasione con Kucka. Il copione sembrava lo stesso degli ultimi tempi, ma la squadra di Maran è riuscita ad invertire il trend e, grazie alla doppietta di Pavoletti, ha ritrovato i tre punti ma soprattutto fiducia ed entusiasmo.

Cagliari-Parma 2-1, il tabellino

CAGLIARI Cragno 6.5; Padoin 5.5, Ceppitelli 5.5, Pisacane 6.5, Pellegrini 6.5 (32′ Lykogiannis 4.5); Deiola 6 (56′ Despodov 6.5), Cigarini 6.5 (91′ Bradaric sv), Barella 7; Ionita 5.5; Joao Pedro 5, Pavoletti 7.5. A disposizione: Aresti, Rafael, Leverbe, Romagna, Srna, Bradaric, Ladinetti, Oliva, Doratiotto. Allenatore: Rolando Maran 6.5.

PARMA: Sepe 6; Iacoponi 5.5, Bruno Alves 6, Bastoni 5.5, Gobbi 6.5; Kucka 6.5, Stulac 5.5 (64′ Rigoni 5), Barillà 5 (89′ Ceravolo sv); Biabiany 6.5, Inglese 5, Gervinho 5. A disposizione: Frattali, Bagheria, Diakhatè, Machin, Gazzola, Siligardi, Dezi, Sprocati. Allenatore: Roberto D’Aversa 5.

Ammoniti: Cigarini (C), Bastoni (P), Deiola (C), Pavoletti (C)

Espulsi: Joao Pedro (C)

Marcatori: 40′ Kucka (P), 65′ Pavoletti (C), 85′ Pavoletti (C)

Cagliari-Parma, diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Il duro colpo del gol ospite viene assorbito dai rossoblù grazie alla rete di Pavoletti a metà ripresa, poi il bomber si ripete a cinque dalla fine e porta i suoi avanti. Finale thriller con l’espulsione di Joao Pedro e i rossoblù a stringere i denti, ma alla fine arrivano tre punti d’oro.

90’+3 FINE PARTITA – Manganiello fischia tre volte e la Sardegna Arena gioisce! Il Cagliari torna alla vittoria che mancava da dicembre

90’+1 SOSTITUZIONE CAGLIARI – Ultimo cambio in pieno recupero, Bradaric prende il posto di Cigarini

89′ ESPULSIONE CAGLIARI – Joao Pedro viene ammonito per un fallo a centrocampo su Gobbi, Manganiello sente una parola di troppo ed estrae anche il rosso. Cagliari in dieci uomini

89′ SOSTITUZIONE PARMA – D’Aversa manda in campo Ceravolo al posto di Barillà

88′ – Cross di Siligardi, Cragno esce alto e anticipa Inglese facendo esplodere di gioia la Sardegna Arena

85′ RADDOPPIO CAGLIARI! – Ancora Pavoletti! Stavolta con un colpo di testa su invito di Barella, è il raddoppio ed è vantaggio a cinque dal novantesimo!

81′ – Cigarini riceve sulla trequarti ma invece che crossare prova una sorta di conclusione che si rivela sbilenca

78′ AMMONIZIONE CAGLIARI – Pavoletti ripiega a centrocampo all’inseguimento di Gervinho, poi però lo trattiene per la maglia e scatta l’ammonizione

74′ – Curioso scontro fortuito fra Cigarini e Barella a centrocampo, con il secondo che subisce una botta piuttosto forte

71′ – Punizione battuta a sorpresa dagli ospiti, Cragno deve uscire dalla propria area per anticipare di piede l’arrivo di Inglese

70′ – Joao Pedro riceve da Cigarini e taglia per vie orizzontali, la sua conclusione da fuori area vola però alta sopra la traversa

69′ – Bastoni stoppa e calcia dal limite, Cragno è messo bene e blocca a due mani

65′ GOL CAGLIARI! – Pavoletti tocca di destro da pochi passi e batte Sepe sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti

64′ SOSTITUZIONE PARMA – D’Aversa sostituisce Stulac con Rigoni

63′ OCCASIONE CAGLIARI – Barella crossa dalla destra, Joao Pedro intercetta di testa e schiaccia il pallone che termina però a lato di pochi centimetri

61′ – Despodov va giù in area dopo un contrasto con Bastoni, l’arbitro Manganiello fa proseguire

59′ – Stulac ci prova da fuori area, coordinazione pessima e tiro alle stelle

56′ SOSTITUZIONE CAGLIARI – Secondo cambio per Maran, che fa entrare Despodov al posto di Deiola

54′ – La risposta di Inglese su cross di Biabiany termina di poco a lato

54′ – Ci prova Lykogiannis con un destro d’incontro dal limite, palla altissima

51′ AMMONIZIONE CAGLIARI – Giallo per Deiola che a centrocampo ha trattenuto vistosamente per la maglia Barillà

46′  AMMONIZIONE PARMA – Barella scappa a centrocampo, Bastoni lo stende e riceve l’ammonizione

46′ INIZIO SECONDO TEMPO – Inizia il secondo tempo nello scenario peggiore per i rossoblù, che si trovano sotto di una rete e devono cercare di spingere per raddrizzare la gara

SINTESI PRIMO TEMPO – La prima frazione inizia all’insegna del Cagliari, molto attivo e propenso a cercare la porta avversaria. Tante azioni fino al cuore dell’area di Sepe, poche però le conclusioni davvero pericolose. Maran perde Pellegrini, fino ad allora fra i migliori, e da quel momento si spegne la luce. A colpire in modo velenoso è Kucka con un colpo di testa preciso su uno dei pochi palloni spiovuti in area rossoblù.

45’+2 FINE PRIMO TEMPO – Manganiello fischia due volte, squadre negli spogliatoi

45′ – Ci prova Cigarini dai 25 metri, palla molto alta. Il quarto uomo intanto segnala due minuti di recupero

40′ GOL PARMA – Al primo vero affondo passano gli ospiti. Colpo di testa di Kucka, Cragno si tuffa e tocca ma non riesce a evitare il gol

39′ – Parma dal baricentro più alto in questa fase, il Cagliari sembra rifiatare dopo l’avvio sprint

37′ – Traversone debole di Iacoponi, Inglese stacca e riesce a dare forza al pallone: Cragno è ben piazzato e blocca

36′ AMMONIZIONE CAGLIARI – Giallo per Cigarini, reo di un tackle troppo duro a centrocampo su Barillà

32′ SOSTITUZIONE CAGLIARI – Ecco il primo cambio, forzato: il greco entra al posto di Pellegrini

31′ – Pellegrini non ce la fa, si prepara Lykogiannis

28′ – Problemi per Pellegrini, fin qui quasi perfetto. Una botta subita qualche minuto fa lo costringe a chiedere l’ingresso dello staff medico

24′ – Padoin dalla trequarti. Pavoletti aggancia in corsa provando una conclusione improvvisa che però finisce a lato

23′ – Cigarini calcia la punizione provando la soluzione a giro, si oppone Bruno Alves in barriera

22′ – Barella scappa sul centrosinistra e viene atterrato al vertice dell’area, punizione interessante per i rossoblù

19′ – Ancora un cross di Padoin dalla destra, Pavoletti stacca ma non riesce nell’anticipo sul primo palo

16′ – La risposta del Parma è in una conclusione di Stulac dai 30 metri, palla in curva

13′ – Palla buona per Deiola al limite: il tiro del centrocampista è potente ma centrale, Sepe respinge

12′ – Padoin ruba un pallone sulla destra e crossa in mezzo: Pavoletti si avvita e colpisce di testa ma senza trovare la porta

8′ – Corner di Cigarini, Ceppitelli in acrobazia riesce a girare verso la porta ma il pallone si spegne alto di pochi centimetri

5′ – Forcing dei rossoblù, che partono ad alta pressione sugli avversari. Baricentro alto e buon inizio della squadra di Maran

4′ – Cagliari in attacco: Pavoletti riceve dalla destra e calcia molto male, poi l’azione prosegue e Pellegrini calcia fuori dal limite

3′ – Verticalizzazione per Pavoletti che controlla in area un pallone difficile: superato Bruno Alves, non Iacoponi che chiude

1′ CALCIO D’INIZIO – Battono gli ospiti in maglia bianca, Cagliari che in questa prima frazione attacca verso la Curva Nord

17.35 – Squadre in campo per il riscaldamento

Cagliari-Parma, formazioni ufficiali

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini; Deiola, Cigarini, Barella; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti.
Allenatore: Rolando Maran.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gobbi; Kucka, Stulac, Barillà; Biabiany, Ingese, Gervinho.
Allenatore: Roberto D’Aversa.

Cagliari-Parma, prepartita e probabili formazioni

Cagliari-Parma è anche la partita di Alessandro Deiola. Il centrocampista sardo si è trasferito in prestito nell’ultimo giorno di mercato estivo proprio ai ducali, salvo poi tornare in Sardegna a gennaio quando Dessena ha raggiunto Cellino a Brescia. Un ritorno voluto e cercato quello del centrocampista di San Gavino Monreale, pronto a conquistarsi un’altra maglia da titolare. Senza Faragò (oltre ai soliti Castro e Birsa), Maran lo schiererà nuovamente titolare – come contro l’Atalanta – a centrocampo contro la sua ex squadra: «Le sue caratteristiche in questo momento ci possono essere molto utili, ha ottime chance di partire titolare», le parole del tecnico in conferenza stampa. Completeranno il reparto Bradaric (in vantaggio su Cigarini per giocare in cabina di regia) e gli inamovibili Barella e Ionita, che si scambieranno il ruolo di trequartista durante il corso della gara alle spalle degli unici due attaccanti a disposizione: Joao Pedro e Pavoletti. Secondo l’allenatore rossoblù, infatti, Despodov non è ancora da considerarsi pronto per giocare dall’inizio. Scelte praticamente obbligate in difesa: davanti a Cragno ci saranno Ceppitelli e Pisacane, visto che Romagna non è al 100%, mentre sulle fasce toccherà ancora all’esperto Srna e al giovane Pellegrini.

QUI PARMA – Se Maran deve fare i conti con gli assenti, dall’altra parte Roberto D’Aversa non sta sicuramente meglio. Mancheranno infatti Scozzarella, Dimarco e Sierralta, oltre che allo squalificato Gagliolo. Recupera Stulac, che agirà probabilmente in regia, anche senza avere i 90′ e prende perciò quota una staffetta con Rigoni a gara in corso. Come mezzali invece pronti Kucka e Barillà. Dietro stringe i denti l’ex Bruno Alves, già capitano della squadra emiliana nonostante sia arrivato solo in estate. A completare la difesa davanti a Sepe, ci saranno IacoponiBastoni e l’altro ex di giornata Gobbi. In attacco non si toccano Gervinho(spauracchio rossoblù dopo l’andata) e Inglese. Ballottaggio per l’ultimo posto del tridente tra Siligardi e Biabiany, con il primo leggermente favorito.


CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini; Deiola, Bradaric, Barella; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti.
Allenatore: Rolando Maran.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gobbi; Kucka, Stulac, Barillà; Siligardi, Ingese, Gervinho.
Allenatore: Roberto D’Aversa.

Cagliari-Parma, la vigilia di Maran e D’Aversa

Nella conferenza stampa della vigilia Maran ha puntato molto sull’aspetto mentale, prima causa di un’involuzione che non sembra aver fine: «In campo dobbiamo avere meno paura, essere più sfrontati. Quando dico di prendere le cose di petto intendo quello, dare il massimo senza paure o ansie. Dobbiamo ritrovare quelle prestazioni che avevano emozionato i nostri tifosi. Dobbiamo scrollarci di dosso le paure e compattarci. La testa è quello su cui dobbiamo puntare, in settimana i ragazzi si preparano al meglio ma poi si sciolgono al primo episodio negativo: dobbiamo evitarlo, è una questione mentale. dobbiamo portare il fuoco in campo ma gestendolo accuratamente. Ho rivisto la gara dell’andata tante volte, dobbiamo fare tesoro degli errori pur sapendo che loro hanno giocatori forti: dobbiamo avere iniziativa e nessuna paura».

Dall’altra parte D’Aversa ha voluto tenere alta la concentrazione. La classifica dei rossoblù non rispecchia i valori della rosa ed il tecnico emiliano lo ha più volete sottolineato: «Non pensiamo alle posizioni di classifica, perché il Cagliari ha tanta qualità in rosa, troveremo un clima caldo sotto tutti gli aspetti. Loro vorranno fare risultato e noi dovremo essere bravi a essere pronti a qualsiasi tipo di partita. Calcoli? No, la caratteristica della nostra squadra è che va sempre in campo per ottenere il massimo. C’è naturalmente da considerare le caratteristiche dell’avversario, che sfrutta le caratteristiche di un centravanti forte sulle palle alte e in profondità, sono bravi sulle seconde palle e a giocare in verticale. Dobbiamo andare a Cagliari per provare a portare a casa il massimo, servirà una grande prestazione».

Cagliari-Parma, i precedenti del match

Sono 31 i precedenti accumulati finora tra le due compagini. Gli incroci di campionato tra le due compagini si limitano ai palcoscenici di Serie A B. Il primo in assoluto risale alla stagione di cadetteria del 1931/32: finì 2-0 per la squadra di Erbstein grazie ai gol di Chiantini e Francovig nel primo tempo. Nel 1954/55 finì 1-1, vantaggio degli ospiti con Vycpalek e pareggio isolano firmato Simeoli. A fine stagione il Parma retrocesse in prima divisione. La prima affermazione sarda arrivò nel 1956/57, un 2-0 firmato Cavazzuti e Mezzalira. La serie di sfide in cadetteria si ferma alle soglie degli anni 90′: dalla stagione 1990/91 gli incontri tra rossoblù e crociati si spostano in Serie A.

PRECEDENTI IN SERIE A – La prima partita giocata in massima serie – nel 1990/91 – andò a favore dei rossoblù di Ranieri, reduci dal doppio salto dalla C alla A. Il 2-1 porta le firme di Fonseca e del parmense Osio, poi la rete di Herrera al 90′ sancì il successo isolano. Da ricordare anche la sonora sconfitta dei rossoblù di Giorgi nella stagione 1993/94: uno 0-4 firmato AsprillaMelli (doppietta) e Zola. Vittoria emiliana anche a fine millennio: nel 1999/00 fu decisiva la rete di Stanicall’81’, dopo che il Cagliari era riuscito a rimontare il doppio svantaggio (firmato Fuser-Amoroso) grazie ai gol di De Patre e Berretta.

NEI 2000 – Il nuovo millennio si apre con una vittoria dei sardi: nel 2004/05 i rossoblù di Arrigoni, appena tornati in massima serie dopo quattro stagioni di cadetteria, superarono il Parma per 2-1. Alla rete di Abeijon rispose nella ripresa Marchionni, fu poi Esposito a riportare in vantaggio i rossoblù e regalare i tre punti ai suoi. Fondamentale il successo rossoblù nella stagione successiva: alla terzultima giornata di campionato il Cagliari superò per 3-1 il Parma conquistando la salvezza. Decisive le reti di CaponeSuazo ed Esposito (gol della bandiera di Corradi). Dopo due pareggi consecutivi la squadra di casa, guidata da Allegri, ritrovò la vittoria (2-0) nel 2010 grazie ai gol di Lazzari e Matri.

CAGLIARI-PARMA, GLI ULTIMI INCROCI – Da segnalare il ritorno al successo del Parma (0-1 firmato Rosi) nel 2012/13 nel deserto “Rocco” di Trieste, allora casa momentanea dei rossoblù a causa dell’inagibilità del Sant’Elia. Gli ultimi due incroci vanno a rimpolpare il bottino rossoblù: nel 2013/14 vittoria di misura grazie al rigore trasformato da Pinilla, nel 2014/15 un’affermazione ben più larga ma anche meno soddisfacente. Il 4-0 (reti di Ekdal, Farias, M’Poku, Cop) rifilato al malconcio e già retrocesso Parma permise ai rossoblù di Festa di portarsi a -6 dall’Atalanta quartultima a due giornate dalla fine. Distanza che non fu colmata, con i rossoblù che retrocessero in Serie B.


Partite giocate: 31
Vittorie: 15
Pareggi: 10
Sconfitte: 6

Gol segnati: 40
Gol subiti: 21

Il primo incrocio: 7 febbraio 1932 (Serie B), Cagliari-Parma 2-0 (Chiantini, Francovig).
La prima vittoria in Serie A: 30 marzo 1991 (Serie A), Cagliari-Parma 2-1 (Fonseca, Herrera).
L’ultima vittoria: 4 maggio 2015 (Serie A), Cagliari-Parma 4-0 (Ekdal, Farias, M’Poku, Cop).

Cagliari-Parma, l’arbitro del match

Sarà il signor Gianluca Manganiello della sezione arbitrale di Pinerolo a dirigere Cagliari-Parma. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Domenica Rocca di Catanzaro e Salvatore Longo di Paola, mentre quarto uomo sarà Francesco Fourneau di Roma. In qualità di addetti Var e Avar sono stati designati Gianluca Rocchi di Firenze e Stefano Liberti di Pisa.

I PRECEDENTI – Nella massima serie il Cagliari è stato diretto da Manganiello in cinque occasioni, nelle quali ha guadagnato quattro vittorie e una sconfitta. Il primo precedente risale a quattro anni fa (4-3 casalingo sull’Udinese all’ultima giornata di campionato), poi il 4-0 al Chievo tre stagioni or sono; due anni fa le ultime due vittorie, entrambe esterne, in casa di Udinese e Benevento. L’ultimo incontro tra i rossoblù e il fischietto piemontese risale al dicembre 2018, nella gara in trasferta contro la Lazio, persa dai sardi per 3-1. Due invece i precedenti in Serie B: si tratta delle sconfitte esterne a Cesena Ascoli.

Cagliari-Parma, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match della Sardegna Arena rientra tra i sette di giornata che verranno trasmessi in diretta tv da Sky. Le restanti tre partite andranno in onda su DAZNClicca qui per abbonarti gratis per un mese a DAZNCagliari-Parma sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport HD e Sky Sport Serie A ed in pay-per-view su Now TV. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma Sky Go, disponibile per pc, smartphone e tablet.