Cagliari-Milan, Pittalis (Pdl): “Occasione persa”. Delogu: “Coi rossoneri ottimi rapporti”

© foto www.imagephotoagency.it

L’Unione Sarda in edicola questa mattina ha riportato la reazione di alcuni personaggi del panorama politicosardo alla luce della decisione di far disputare il match tra Cagliari e Milan allo stadio Olimpico di Torino anziché all'”Is Arenas” di Quartu S.Elena: “Anche Berlusconi ha sostenuto che non c’erano motivi plausibili perché la partita non si giocasse a Quartu, pur nel rispetto delle decisioni delle autorità di pubblica sicurezza – le parole di Pietro Pittalis,  capogruppo del Pdl in Consiglio regionale -. Il comportamento sempre civile dei tifosi rossoblù avrebbe fugato ogni timore. Dico senza esitazione che è stata persa un’occasione“.

Non la pensa diversamente l’Onorevole Mario Diana, capogruppo in Consiglio regionale: “Non si capisce ancora il perché il comitato per l’ordine e la sicurezza non abbia concesso l’agibilità – afferma -. Da sportivo, dico che non c’è dubbio che la partita si debba disputare a Quartu. Ma, se è vero che si gioca a Torino, tra i mali non è quello peggiore“.

Si è espresso a riguardo anche Mariano Delogu, ex sindaco di Cagliari: “È una cosa da pazzi che una partita sì e una no non si possa andare allo stadio. O Is Arenas è pericoloso sempre o non lo è mai“. L’ex primo cittadino del capoluogo sardo poi ribadisce: “Se Cagliari-Milan è partita pericolosa al punto da chiudere lo stadio, che cosa era Cagliari-Napoli, che invece si è giocata a Is Arenas?». L’ex senatore ricorda poi lo stretto legame che vige tra il club rossoblu e quello milanista: “Nel 1970, dopo la vittoria col Bari e la conquista matematica dello scudetto, andammo a San Siro e pareggiammo col Milan. Ci festeggiarono come avessero vinto loro il tricolore. Se c’è una società con cui abbiamo ottimi rapporti è il Milan. Tanto valeva fissare come sede il Meazza. Capisco Contini, ma io avrei concesso l’agibilità come feci per il Lirico anni fa, da sindaco“.

Articolo precedente
All’Olimpico attesi 4 mila tifosi rossoneri
Prossimo articolo
Cagliari sempre sconfitto da Allegri