Zappa: «Sarebbe un sogno giocare con continuità al Cagliari»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Questo pomeriggio, nella sala stampa della Sardegna Arena, Riccardo Sottil e Gabriele Zappa si sono presentati ai media. Ecco le parole del terzino

La sala stampa della Sardegna Arena questo pomeriggio ha ospitato la presentazione ai media di Riccardo Sottil e Gabriele Zappa, i due neo acquisti classe ’99 del Cagliari. Durante la conferenza i due giovani accompagnati dal ds Pierluigi Carta, già protagonisti delle video interviste realizzate dai microfoni ufficiali della società rossoblù, hanno risposto alle domande dei media. Di seguito le parole del difensore ex Pescara.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

LA STAGIONE 20/21 E RUOLO – «Sarà una stagione importante. Voglio migliorare i miei difetti e l’obiettivo principale è crescere e dare il mio contributo alla squadra. Il mio ruolo è il terzino destro ma il mister mi ha detto che ci sarà possibilità di adattarmi come esterno alto. Per quanto riguarda la Serie A, so che ci sono tante cose dove devo migliorare. Dovrò imparare ad essere più veloce nel pensiero di gioco».

IL FUTURO COL CAGLIARI? – «Spero di poter essere il futuro terzino destro del Cagliari per tanti anni. Sarebbe un sogno poter giocare con continuità in un Club importante di Serie A come il Cagliari».

CONDIZIONE FISICA – «La condizione fisica? Sì, sono pronto. Quest’anno è stata una stagione particolare, non abbiamo avuto molto stacco tra una stagione e l’altra. Abbiamo ricaricato le pile per qualche giorno ma son pronto per ricominciare».

OBIETTIVI E CAPITOLO INTER – «Sicuramente mi piacerebbe ripetermi anche in Serie A con qualche gol, anche se non è esattamente la mia competenza. Spero però di servire almeno tanti assist. Diciamo che mi sarebbe piaciuto esordire con l’Inter, ma capisco che mi mancavano alcune cose per farlo. Ora spero di fare bene qui e di dare il massimo».

RAPPORTO CON CAGLIARI – «Cagliari non ha bisogno di presentazioni, perché è un Club prestigioso. Ho preso di testa mia la decisione di venire e anche Balzano mi ha confermato questo, dicendomi che sicuramente mi troverò bene con la gente, la città e la società».

IL PESCARE E IL NUMERO DI MAGLIA – «L’esperienza al Pescara è stata fondamentale per crescere e mi ha dato tanto in quest’anno. Io mi sento pronto per iniziare subito questa avventura e sono contento di essere qua. Come numero di maglia vorrei il 27, che è il numero dell’anno scorso ma non so ancora se è disponibile. Deciderò in questi giorni».