Cagliari-Chievo, i precedenti: bilancio favorevole ai gialloblù

cagliari-chievo
© foto www.cagliarinews24.com

Verso Cagliari-Chievo, i precedenti del match. Sorridono i gialloblù, che nelle ultime tre trasferte hanno sempre portato a casa il bottino pieno

Sabato alle 15 andrà in scena il tredicesimo Cagliari-Chievo Verona di campionato della storia. Il bilancio è favorevole agli ospiti: appena 3 le vittorie isolane contro le 5 clivensi, 4 i pareggi. La prima sfida tra le due compagini è relativamente recente: risale alla stagione di Serie B 1997/98 e si concluse con un pareggio. I rossoblù, allora guidati da Ventura, riuscirono a passare in vantaggio con Muzzi ma in avvio di ripresa Marazzina pareggiò i conti. Nuovamente in vantaggio con Carruezzo verso la fine del match, il Cagliari ebbe pochissimi istanti per festeggiare: il gol del clivense Cerbone giunse ad appena un minuto di distanza. La prima sfida in Serie A tra Cagliari e Chievo è datata 5 dicembre 2004: al 45′ il Cagliari di Arrigoni aveva già ipotecato il successo grazie al triplo vantaggio firmato dalla doppietta di Zola e dalla rete di Langella. Il Chievo tentò la reazione nella ripresa, ma alla rete di Pellissier rispose due minuti più tardi Abeijon, che riportò gli scaligeri sotto di tre reti. Nel finale di gara fu inutile la rete di Amauri.

POKER ILLUSORIO – Da quel match le due compagini si sono sfidate esclusivamente in Serie A: emozionante il 2-2 della stagione successiva, quando le reti di Suazo e Tiribocchi sembravano aver tracciato la via per il pareggio finale. Al 90′ il Chievo trovò il vantaggio con Pellissier, il Cagliari riuscì ad evitare la sconfitta grazie alla rete di Gobbi al 94′. Quella contro i gialloblù è storicamente una contesa equilibrata, fa eccezione il 4-1 rifilato agli scaligeri dal Cagliari di Donadoni: di Conti, Canini e Nenè (doppietta) le reti sarde, di Thereau il gol della bandiera a sei minuti dal triplice fischio. Quello resta l’ultimo successo rossoblù in casa contro il Chievo, da allora si contano un pareggio e ben 3 sconfitte, per di più senza gol all’attivo: dallo 0-2 del 2012/13 (firmato da Paloschi e Thereau) a quello del 2014/15 (in gol Meggiorini ed ancora Paloschi), passando per lo 0-1 del 2013/14 deciso dalla rete di Dainelli.