Connettiti con noi

Avversari

Cagliari-Benevento, gli avversari da temere

Pubblicato

su

Il Cagliari riparte dal Benevento: ecco chi possono essere i giocatori più pericolosi per i rossoblù di Eusebio Di Francesco

Un inizio di 2021 che ha ricalcato la fine dell’anno precedente, con un Cagliari che non riesce più a vincere. Ma domani i rossoblù guidati da Eusebio Di Francesco cercheranno una vittoria per ritrovare fiducia e autostima. I prossimi avversari dei sardi saranno i giallorossi del Benevento: la squadra di Filippo Inzaghi sta vivendo una buonissima stagione, navigando al decimo posto in campionato e fornendo costantemente prestazioni  di alto livello. Ecco dunque quali potrebbero essere gli avversari più pericolosi per il Cagliari nella formazione del Benevento.

KAMIL GLIK – Il centrale polacco è una sicurezza in mezzo alla difesa: dall’alto della sua enorme esperienza comanda la difesa e usa alla perfezione il suo fisico imponente per sovrastare gli attaccanti avversari. Il suo punto di forza è sicuramente il gioco aereo: oltre a respingere i cross avversari, il difensore del Benevento è uno col vizio del gol, specialmente su calcio d’angolo: sono 27 le sue marcature da inizio carriera, e ogni volta che sale nell’area avversaria è uno degli osservati speciali.

PASQUALE SCHIATTARELLA – Il centrocampista originario di Mugnano di Napoli era passato proprio dalle giovanili del Benevento, prima di cominciare il suo girovagare per l’Italia: ora è tornato a casa base, e Pasquale Schiattarella si sta dimostrando tra i giocatori più importanti della formazione allenata da Inzaghi. Punto fermo della mediana campana, con la sua corsa è capace di comportarsi egregiamente in entrambe le fasi di gioco. Uno dei suoi punti di forza è la capacità di servire i compagni in profondità, e inserito nel sistema di gioco del Benevento, che si basa specialmente sulla verticalizzazione rapida, questa caratteristica potrebbe rivelarsi fondamentale per gli Stregoni.

GIANLUCA LAPADULA – Il numero 9 dei Sanniti è la punta di diamante del loro attacco: attaccante brevilineo ma dal fisico solido, è dotato di buona velocità e istinto del gol. Non è esattamente un bomber implacabile, ma nelle sue corde rientrano anche colpi acrobatici capaci di sorprendere la difesa e il portiere avversario. Altro motivo per avere un occhio di riguardo per Lapadula è la sua cattiveria agonistica: è un giocatore che non smette mai di crederci e prova ad arrivare su ogni pallone; la sua pressione continua può disturbare l’impostazione dal basso ad opera della difesa.

MARCO SAU Pattolino, per i tifosi del Cagliari, non ha bisogno di presentazioni. Al fisico minuto sopperisce con una capacità tecnica e una visione di gioco sopra la media, che gli permettono sia di servire il compagno meglio posizionato che di cercare la soluzione personale dell’azione. Sau potrebbe non partire titolare nella sfida di domani, ma è chiaro che la gara contro il Cagliari gli darà uno stimolo ulteriore a fare bene.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!