Cagliari-Atalanta, la vigilia di Maran: «Metterò in campo una squadra competitiva»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Vigilia di Coppa Italia, Rolando Maran presenta Cagliari-Atalanta: la conferenza stampa del tecnico rossoblù anticipa i temi della prima gara del 2019

La sosta invernale è ormai alle spalle, domani il Cagliari torna in campo per la prima partita ufficiale del nuovo anno. In programma la sfida con l’Atalanta valevole per gli ottavi di finale della Coppa Italia, calcio d’inizio lunedì alle 17.30 alla Sardegna Arena. A presentare il match alla vigilia è l’allenatore Rolando Maran, che ai microfoni della stampa anticipa i temi della gara.

Le parole di Maran: «Credo che sia giusto salutare Daniele Dessena e fargli un grande in bocca al lupo. Sono contento di averlo allenato, merita i migliori auguri per quanto ha dato al Cagliari. Con me è sempre stato disponibilissimo e lo ringrazio. Ha deciso di cogliere l’opportunità per avere più spazio, è giusto accogliere la sua decisione. Il mercato? La società sta lavorando, anche per sostituire Dessena si troverà chi fa al caso nostro».

La gara di domani: «Metterò in campo una squadra competitiva, in grado di conquistarsi il passaggio del turnoL’Atalanta è ormai abituata a giocare ad alti livelli, per noi è una sfida affascinante perché la caratura degli avversari è alta. La sconfitta di Udine ci ha lasciato tanto amaro in bocca. Sono stato contento di vedere come poi siamo tornati ad allenarci, forse la sconfitta ci ha dato una scossa benefica a posteriori. Birsa? Ha sempre fatto parte della rosa dei rigoristi anche a Verona, noi ogni settimana stabiliamo una sorta di scaletta ma si valuta anche il momento di ciascuno nella partita specifica. Abbiamo tanti possibili rigoristi, anche Sau, Cigarini, Farias ed altri. Oltre a Castro mancheranno Klavan e Cerri».

IL CALCIOMERCATO – «Di mercato vorrei parlare meno possibile anche per rispetto ai ragazzi che alleno. La società se può cerca di migliorare il potenziale della squadra, si stanno muovendo nel modo giusto. Barella? Ha la testa giusta e ha la testa nel Cagliari, non ho segnali diversi e non mi pongo alcun problema. Non è facile per un giocatore vedere ogni giorno il proprio nome sui giornali. Un complimento extra campo che faccio a Nicolò è proprio per la sua capacità di concentrarsi sul gioco in modo maturo e consapevole».

I SINGOLI – «Pavoletti sta bene, nell’ultima gara non abbiamo voluto rischiarlo per non sciupare il lavoro di recupero fatto. Per noi è un giocatore importante, mi piace pensare che lo siano tutti perché ognuno porta in campo le sue peculiarità: Leonardo per esperienza, tecnica e carattere è un giocatore che ci serve tanto. Birsa ha avuto una settimana un po’ particolare ma si è sempre allenato, è in grado di giocare. Ha fatto il trequartista con me per tre anni, è già pronto perché sa cosa chiedo a quel ruolo. Sa interpretare la trequarti a modo suo, gli piace mandare gli altri in profondità e andare a cercare palla come se fosse una sorta di regista».

LO STAFF – Infine un commento sull’ultimo arrivo nello staff, il responsabile dei preparatori atletici: «De Bellis è un professionista che stimo e che non poteva essere dei nostri all’inizio dell’anno per una serie di motivi. Contavamo di inserirlo a fine anno, si sono create ora le premesse dunque semplicemente si compone lo staff come previsto. Si aggiunge una persona che stimo e che si conquisterà presto la fiducia di tutti».

Articolo precedente
cagliariCagliari, De Bellis nuovo responsabile della preparazione atletica
Prossimo articolo
Cagliari-Atalanta, diretta tv e streaming: dove vederla