Cagliari a due facce: horror in trasferta, da Europa in casa

han
© foto CagliariNews24.com

Il centro della classifica è un limbo nel quale si può navigare in virtù di un rendimento costante e medio, oppure in forza di estremi che si scontrano. Il Cagliari ha scelto la seconda via, confrontare il cammino dei rossoblù fra partite interne ed esterne fa sembrare il Tirreno un ostacolo quasi insuperabile fra il Sant’Elia e il resto del mondo. Va detto che la somma globale dei risultati pone la squadra di Rastelli a 16 punti in classifica, nove di margine sulla zona rossa, in una posizione sulla quale alla vigilia in tanti avrebbero messo più d’una firma.

 

MISTER HYDE – I numeri del Cagliari da trasferta sono impietosi e hanno fatto pronunciare al presidente Giulini parole come “imbarazzante” e “squadra che ha fatto ridere“. Nella speciale classifica dei risultati esterni i rossoblù sono penultimi, solo il Crotone ha fatto peggio: un punto per i calabresi, tre per i sardi. Una sola vittoria, quella sorprendente in casa dell’Inter, e sconfitte che vanno dal deludente allo sconfortante. Tutto sommato normali nel loro sviluppo quelle di Genova e Bologna, sono state invece pesantissime nel punteggio quelle arrivate in casa di Juventus, Lazio e Torino. Il dato delle reti fatte e subite lontano dalla Sardegna è qualcosa da record negativo, con soli sei gol segnati a fronte di ben 19 incassati.

 

DOTTOR JEKYLL – Per annacquare un cammino disastroso come quello citato è necessario un ruolino casalingo quasi netto, e c’è da dire che Dessena e compagni all’interno del fortino Sant’Elia hanno sbagliato pochissimo. L’unica sconfitta, anche qui indelicata nel punteggio, è quella subita dalla Fiorentina. E’ casalingo anche l’unico pareggio stagionale, ottenuto in rimonta contro la Roma, mentre in tutte le altre uscite cagliaritane sono arrivati tre punti. Vittorie fondamentali perché arrivate contro compagini più o meno direttamente rivali dei rossoblù in classifica, e vero tesoretto di Rastelli. Nella classifica limitata alle gare interne il Cagliari si piazza al quinto posto insieme a Lazio e Napoli, a due punti dal Milan che occupa il gradino più basso del podio. Riesce a essere positivo anche il saldo delle reti, più quattro, a riprova della forbice larghissima fra solidità casalinga e fragilità esterna.

Articolo precedente
Cagliari, si riparte oggi: due settimane per preparare la gara contro il Chievo
Prossimo articolo
dessenaGiudice Sportivo: due giornate di squalifica per Dessena, al Chievo mancherà Dainelli