Atalanta-Cagliari, una gara non come le altre per Padoin e Cigarini

© foto www.imagephotoagency.it

I centrocampisti del Cagliari Simone Padoin e Luca Cigarini ritornano entrambi da ex a Bergamo per affrontare l’Atalanta

Atalanta-Cagliari non sarà una partita come le altre. Non per Luca Cigarini e Simone Padoin che a Bergamo hanno vissuto momenti importanti della loro carriera. I centrocampisti rossoblù ritornano da ex allo stadio Atleti Azzurri d’Italia nell’ultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie A, con l’obiettivo di chiudere il 2017 in bellezza.

PADOIN – Tra i due, quello che la sentirà maggiormente è Simone Padoin. Il Talismano, nonostante le origini friulane, ha militato per quattro stagioni nel settore giovanile dell’Atalanta, con la quale ha vinto la Coppa Italia Primavera nel 2003. Nella stessa estate passa in comproprietà al Vicenza, in Serie B, prima di tornare nel 2007 a Bergamo. Con i nerazzurri è protagonista di ottime stagioni, tanto da attirare le sirene della Juventus, con cui vincerà poi 5 scudetti, 2 Coppa Italia e 3 supercoppe italiane. Ma il legame con la maglia nerazzurra era e resta forte. Sabato sarà titolare, largo a sinistra nel solito 3-5-2 di Lopez. Con la Juventus, da ex, giocò quasi sempre a Bergamo, mentre l’anno scorso con il Cagliari il ritorno sfumò a causa di un infortunio.

CIGARINI – Diversa la storia del “Professore” Luca Cigarini. Il regista rossoblù, che ritornerà a dirigere l’orchestra cagliaritana proprio a Bergamo dopo il turno di squalifica, è nato e cresciuto nel Parma. L’Atalanta lo acquista però giovanissimo, a 22 anni, nel 2008 per 5 milioni di euro. E la sua prima rete in nerazzurro, decisiva per l’1-0 finale allo stadio Sant’Elia, la segna proprio al Cagliari nel febbraio del 2009. Una sola stagione convince il Napoli ad acquistarlo a più del doppio (11 milioni), ma la carriera dell’emiliano non prosegue come si sarebbe auspicato qualche anno prima. Nel 2011 ritorna nuovamente all’Atalanta, dove torna a far vedere ciò di cui è capace. Il ciclo si conclude dopo 5 stagioni e il passaggio sfortunato alla Sampdoria. Ora a Cagliari sta trovando nuovamente continuità e per la seconda volta – la prima da quei 27′ del 2010 – ritornerà a Bergamo da ex, in una gara che né per lui né per Padoin sarà come le altre.

 

Articolo precedente
portieri cagliari deiAsseminello, parate nel fango per i portieri rossoblù – FOTO
Prossimo articolo
calciomercato cagliariCalciomercato Cagliari, il punto su Maxi Olivera e Caldirola