Connettiti con noi

Settore giovanile

Agostini: «Siamo felici, ci godiamo la vittoria»

Pubblicato

su

Bella vittoria della Primavera del Cagliari contro l’Atalanta. Ecco il commento dell’allenatore dei giovani rossoblù Alessandro Agostini

La Primavera del Cagliari riparte alla grande. I giovani rossoblù trovano la prima vittoria del torneo contro un’Atalanta ostica. La gara termina 2-1 per i sardi, grazie ai gol di Gianluca Contini e Isaias Delpupo. Tre punti importantissimi, che danno una vera e propria botta di autostima ai ragazzi di mister Alessandro Agostini. E proprio quest’ultimo ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni ufficiali del Club, in merito al match di Bergamo: «C’è solo da fare i complimenti a ogni ragazzo, chi ha giocato, chi è subentrato e chi è rimasto in panchina. Insieme abbiamo costruito questo successo, soffrendo e capendo i momenti della partita, con un pizzico di fortuna che ci vuole sempre ma soprattutto con la voglia di rimanere con la testa sulla partita minuto per minuto, palla su palla. Era quello che volevamo, che chiedevamo e abbiamo ottenuto. Siamo felici, ce lo godiamo ma sappiamo che è il primo tassello di un cammino lungo appena cominciato. Non eravamo scarsi prima, non siamo fenomeni oggi».

IL RITORNO DI CIOCCI – Uno degli uomini chiave di questo match è stato Giuseppe Ciocci, il portiere classe 2002, rientrato dopo un grave infortunio alla spalla. Più volte è stato bravo a salvare la propria porta con dei veri miracoli e il tecnico dei cagliaritani non può che essere soddisfatto di lui. Ago, infatti, ha fatto pubblicamente i complimenti al ragazzo, ma non si è certo scordato di farli all’intera compagine: «Giuseppe è stato strepitoso, poco da aggiungere. Ad un allenatore non piace mai parlare dei singoli e io non faccio eccezione, perché è giusto celebrarli all’interno del collettivo, oggi più che mai. Tutti si sono messi a disposizione, anche con ruoli o mansioni nuove, perché stanno capendo che stiamo iniziando un progetto completamente nuovo, dove tutti dobbiamo conquistarci credibilità attraverso il lavoro».

MURO DIFENSIVO SUL FINALE – Per paura di subire gol e di vedere sfumare la vittoria, Agostini sul finale ha cercato di barricare la squadra, mettendo un muro protettivo davanti al proprio specchio. Al triplice fischio dell’arbitro Ricci, gli isolani hanno potuto tirare un sospiro di sollievo e festeggiare per i primi tre punti raccolti in questa stagione: «I punti sono importanti perché ti danno morale, oggi però gioiamo perché abbiamo dimostrato che questo gruppo è valido sotto tutti i punti di vista e che le difficoltà iniziali erano arrivate non perché non ci fossero qualità, ma perché le condizioni erano oggettivamente complicate, uniche, senza precedenti. Speriamo di tornare presto tutti alla normalità e poter fare calcio nel migliore dei modi per far parlare il campo. Oggi il Cagliari ha fatto vedere che vuole e può giocarsela su ogni terreno».

CLICCA QUI PER CONTENUTI VIDEO ESCLUSIVI SUL CAGLIARI!