Ag. Han: «Il suo talento era chiaro da subito. Mercato? E’ ancora presto»

Han Corea del Nord cagliari
© foto CagliariNews24.com

In Serie B è capocannoniere dopo le prime due partite, quattro gol che hanno portato Han a diventare il fenomeno del momento: il suo agente racconta il giocatore e glissa sul mercato

Primo nordcoreano a giocare in Serie A e anche autore di un gol negli spezzoni giocati la scorsa stagione, Kwang Song Han in estate è passato in prestito al Perugia per giocare con continuità e integrarsi ancora con il nostro calcio. C’è chi dice che fosse già pronto, e lui non ha tardato a rispondere con quattro reti nelle prime due gare in cadetteria: un exploit che lo ha portato alla ribalta nazionale, ma che non stupisce il suo agente Sandro Stemperini: «Per me – racconta il procuratore a Umbriaon.it – quello che lui fa vedere in campo non è una novità. Si vedeva da subito che poteva fare grandi cose. Da quando l’ho conosciuto, da quando l’ho portato a Cagliari, so che questo momento sarebbe arrivato. E devo dire che siamo stati fortunati perché sia Giulini sia Santopadre credono molto nelle qualità di Han».

IL MERCATO PUO’ ATTENDERE – Tanti gli accostamenti di mercato già circolati sulle pagine sportive, l’attaccante di proprietà del Cagliari sarebbe nel mirino di club importanti ma Stemperini frena: «Non c’è bisogno di telefonate specifiche, per il mio lavoro parlo quotidianamente con decine di direttori sportivi ed è fisiologico che mi facciano domande sul ragazzo, che ora è al centro dell’attenzione mediatica. Normale che ci siano le attenzioni di altri club, è il gioco del calcio, è sempre stato così e così sarà per sempre. Ma adesso è davvero troppo presto, il campionato è appena cominciato, bisogna pensare a lavorare sodo e far bene partita dopo partita, dando priorità alla squadra».

Articolo precedente
barella cagliari nazionale italiaBarella: «La salvezza il traguardo più importante. La svolta? La fiducia di Rastelli»
Prossimo articolo
deiola cagliariCagliari, -4 al Crotone: Rastelli ritrova Deiola