Acquafresca: «Cagliari e Olbia, aspetto una chiamata»

sion acquafresca
© foto www.imagephotoagency.it

Robert Acquafresca all’orizzonte vede la Sardegna: l’ex bomber del Cagliari spera di tornare in rossoblù e non chiude la porta a un passaggio in Lega Pro con l’Olbia

Lo chiamano mal di Sardegna, colpisce tanti fra quelli che passano sull’isola per un motivo o per l’altro, figurarsi chi ci ha vissuto gli anni più belli della carriera e costruito una famiglia. L’identikit è quello di Robert Acquafresca, che con la maglia rossoblù ha i ricordi più significativi della sua vita di attaccante e ora, in scadenza di contratto con la Ternana, sogna il ritorno. Un percorso che potrebbe prevedere, come successo per il suo ex compagno di squadra Andrea Cossu, una parentesi in Lega Pro con la maglia dell’Olbia. «Dipende da quante stagioni. Ho 29 anni, quando tornerei al Cagliari? Così sembra fantacalcio, ma è forse è il caso di essere concreti e parlare di fronte ai fatti». Così Acquafresca in un’intervista a L’Unione Sarda nella quale ricorda una recente chiacchierata con il presidente rossoblù: «L’ho incontrato durante la partita di addio al Sant’Elia. Giulini mi conosce bene: il 30 giugno scade il mo contratto, aspetto la sua chiamata». Tutto in divenire, dunque, alla finestra c’è anche il presidente olbiese Marino: «L’ho incontrato a gennaio, insieme al presidente Giulini, per confrontarci sulla mia situazione e sulla possibilità di passare all’Olbia: prima di scendere in Lega Pro, però, ci volevo pensare».

Articolo precedente
cagliari primaveraCagliari Primavera, il pari non basta: rossoblù fuori dal “Dossena”
Prossimo articolo
borrielloRinnovo Borriello, ci siamo: ad Ibiza la firma