Connettiti con noi

News

Vicario ha convinto tutti: futuro già scritto per il portiere

Pubblicato

su

Contro il Parma toccherà di nuovo a Guglielmo Vicario difendere i pali del Cagliari: il futuro per il classe 1996 è già scritto

Se c’era qualche timore o perplessità sulle qualità di Guglielmo Vicario all’esordio in Serie A contro l’Inter, il classe 1996 le ha spazzate via dopo pochi minuti con una gran parata su tiro da fuori di Eriksen. Da lì in poi il portiere rossoblù ha letteralmente blindato la porta dei sardi, che si sono dovuti arrendere solo al tap-in da due passi di Darmian. La magra consolazione per Vicario è stata la palma di migliore in campo per il Cagliari, che sabato sera contro il Parma spera di lavorare meno e festeggiare tre punti fondamentali per la salvezza.

Contro i ducali toccherà di nuovo al portiere friulano difendere la porta dei sardi vista la positività di Cragno. Una cosa però è certa – spiega La Gazzetta dello Sport – il Cagliari è al sicuro anche per il futuro. Sia in A che in caso di retrocessione in B. Il presidente Tommaso Giulini, che per anni ha giocato da portiere, ha sempre voluto mettere il suo parere sulla scelta dei numeri uno. E Vicario lo ha convinto da tempo. Se Cragno dovesse partire a fine stagione, entrando in un giro di portieri che potrebbe diventare importante se Donnarumma lasciasse il Milan, Vicario, che ha un contratto fino al 2024, e 10 centimetri di altezza in più del più titolato collega, ne prenderebbe certamente il posto. A 24 anni ha già la maturità necessaria per stare in porta ad alto livello e guidare la difesa con personalità.

Advertisement