Var, Rizzoli: «Vogliamo restituire un clima più sereno. Possiamo ancora migliorare»

© foto www.imagephotoagency.it

Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri della Serie A, ha parlato dell’esordio della Var nel campionato italiano

La Var è stata subito protagonista nella prima partita della prima giornata del campionato di Serie A 2017/18. All’Allianz Arena, il Cagliari è stata la prima squadra ad averne i benefici, con un calcio di rigore assegnato per un fallo di Alex Sandro su Cop non visto dall’arbitro Maresca in diretta. Diego Farias poi si è fatto parare la conclusione dal dischetto da Buffon, impedendo così i rossoblù di pareggiare momentaneamente il match contro la Juventus. L’aiuto tecnologico è stato poi usato dagli arbitri anche nelle successive gare della prima giornata, permettendo così a Nicola Rizzoli, designatore arbitrale della Serie A, di fare un bilancio dell’esordio della Var in Italia ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: «Metterei in evidenza subito un aspetto molto positivo e per nulla scontato: giocatori, allenatori, dirigenti e pubblico hanno accettato il cambio di alcune decisioni con grande serenità. E questo può solo far bene al calcio. Siamo ancora in fase di rodaggio, dobbiamo oliare il meccanismo, ma uno degli obiettivi, forse il più importante, che ha portato all’introduzione della tecnologia è proprio quello di restituire un clima migliore, disteso. Adatto alle famiglie. E se la Var contribuisce in modo così evidente a questo cambio culturale, siamo sulla buona strada. A Torino e a Crotone sono state cambiate giustamente due decisioni contro le squadre di casa senza nessuna contestazione. Migliorare è sempre possibile, specie quando siamo di fronte a una novità. E dobbiamo tutti contribuire al salto di qualità. Siamo in una fase di transizione, avevo messo in conto circa 2 mesi per trovare l’assetto giusto. Dopo la prima giornata dico che ne basterà uno, ma non mi nascondo: alcuni sbagli sono stati commessi».

Articolo precedente
Milan, oggi la firma di Kalinic. Giovedì il ritorno contro lo Shkendija
Prossimo articolo
sardegna arena cagliariCagliari, campagna abbonamenti aperta fino a venerdì 8 settembre