van der Wiel al Toronto: «Il Cagliari non aveva mentalità vincente»

© foto CagliariNews24.com

Le prime parole di van der Wiel da giocatore del Toronto FC: «Ho giocato con Ajax e PSG, club dalla mentalità vincente. A Cagliari questo non c’era: lì ho capito che ho bisogno di essere circondato da vincenti»

L’entusiasmo estivo per avere accolto un giocatore di fama internazionale ha ben presto lasciato spazio alla delusione per un elemento che non è mai riuscito a ritagliarsi uno spazio in squadra. L’avventura al Cagliari di Gregory van der Wiel era iniziata con un infortunio che l’ex PSG si portava dietro dall’esperienza turca al Fenerbahce. Recuperata la condizione, l’esterno destro olandese non è mai riuscito a convincere Lopez a schierarlo con costanza. Da qui i malumori del giocatore, che avrebbe preferito da tempo cambiare aria. Non convocato – ufficialmente per “febbre” – contro il Crotone, l’esterno classe ’88 si trova in Canada da qualche giorno ed oggi ha firmato il contratto che lo lega al Toronto. Nelle scorse era spuntata anche l’ipotesi di un ricorso della FIFA da parte del Cagliari, che non aveva autorizzato la partenza dell’olandese.

VAN DER WIEL AL TORONTO – Accordo raggiunto, con il Cagliari che incassa un risarcimento economico dai canadesi ed il giocatore che ha potuto firmare il suo nuovo contratto. Ma, a testimonianza di come tra Cagliari e van der Wiel non sia mai scoccata la scintilla, arrivano le parole del diretto interessato al sito del Toronto: «La prima impressione è ottima, psso da una piccola città italiana ad una grande città, penso che la vita in un città come questa sia più veloce. Ho giocato prima nell’Ajax, dove c’era una mentalità vincente, e poi nel PSG, stessa mentalità. Negli ultimi mesi ho giocato per un club più piccolo, che non aveva quel modo di pensare. Lì ho imparato che ho bisogno di essere circondato da vincenti, persone che hanno la mia stessa mentalità e che vogliono sempre vincere. Ora sono felice di far parte di un club in cui tutti puntano ogni giorno alla vittoria, penso sia l’ambiente perfetto per me». Parole tutt’altro che dolci per il suo vecchio club, neanche nominato dall’olandese.

Articolo precedente
van der wiel cagliariCalciomercato Cagliari, ufficiale: van der Wiel al Toronto
Prossimo articolo
caligara juventusCaligara, contratto fino al 2020 in attesa della maggiore età