I pagelloni del Cagliari 2016/17: Tachtsidis

Tachtsidis
© foto www.cagliarinews24.com

Più ombre che luci nella stagione rossoblù di Panagiotis Tachtsidis, arrivato in prestito dal Torino nell’ultimo giorno di mercato

Nell’ultimo giorno di mercato estivo, quando tutti si aspettavano ormai l’arrivo di Mati Fernandez, il direttore sportivo Stefano Capozucca sorprese tutti, portando in Sardegna il regista greco Panagiotis Tachtsidis. Nelle ultime ore di mercato, infatti, il Milan si era inserito nella trattativa per il cileno, costringendo il ds rossoblù a virare sul centrocampista di proprietà del Torino. Una mossa che alla fine si rivelò azzeccata, visti i problemi dell’altro regista Di Gennaro, sia in campo che in termini contrattuali. Il rendimento del greco però non è mai stato all’altezza. Sono poche le partite in cui è riuscito a raggiungere la sufficienza, perdendo spesso tanti e troppi palloni per un giocatore che ricopre un ruolo così delicato come quello di playmaker davanti alla difesa. In 26 gare, Massimo Rastelli l’ha quasi sempre schierato dal primo minuto, soprattutto nel girone di ritorno, quando con il mancato rinnovo di Di Gennaro, Tachtsidis era di fatto l’unico regista a disposizione. Tra i numeri ci sono anche sei assist, ma le numerose palle perse a gara non permettono al giocatore di proprietà del Torino di avere una valutazione sufficiente della sua stagione in rossoblù.

VOTO: 5

Articolo precedente
han cagliari coreaI pagelloni del Cagliari 2016/17: Han
Prossimo articolo
murru calciomercato cagliariMurru e Cragno convocati per l’Europeo Under 21