Speciale Centenario, Torino-Cagliari 1992/93: Francescoli incanta il Delle Alpi

speciale centenario cagliari
© foto CagliariNews24.com

Quinto appuntamento con “Speciale Centenario”, la rubrica che ripercorre le gesta più gloriose dei cento anni del club rossoblu. In questo episodio: Torino-Cagliari della stagione 1992-1993

L’uscita dal campo poteva sembrare quella di un Cagliari intento a rientrare nel tunnel del Sant’Elia. Il capoluogo sardo era ben distante da quello piemontese, oltre il tirreno, e i sardi impegnati nel lungo applauso ai rossoblu non erano di certo di natura autoctona, ma l’aria che si respirava era il più simil possibile a quella di casa, con il gusto della vittoria ad attenuare le differenze tra gli spalti granata e quelli dello stadio della città del sole. I cronisti non ebbero alcun tentennamento nel paragonare quel Cagliari a quello dello storico scudetto, da tanto non si vedevano i rossoblu protagonisti di una sgambata di una certa importanza. Il Cagliari riuscì nell’impresa di battere il Torino di Emiliano Mondonico, sconfiggendo una diretta concorrente per l’Europa, mettendo in cassaforte un sogno chiamato UEFA.

TUTTI I PRECEDENTI DI TORINO-CAGLIARI

IL CONTESTO – Quella di Torino fu una delle partite poste al termine di una cavalcata sontuosa che avrebbe portato da lì alla fine il Cagliari di Mazzone alla partecipazione in Coppa Uefa. Il Cagliari non era di certo il solo ad ambire ad un posto all’interno della competizione europea. Tra le pretendenti c’era anche il Torino di Emiliano Mondonico, reduce dalla bella vittoria per 5-4 contro la Roma, futura sfidante dei granata all’interno della finale che porterà i torinesi alla vittoria della Coppa Italia. Il Cagliari era in un periodo di forma altalenante, la partita precedente era terminata in pari contro l’Udinese, quella prima ancora aveva visto gli uomini di Mazzone capitolare contro il Napoli. I due punti, bottino al tempo assegnato alla squadra vincitrice, mancavano al Cagliari dalla vittoria contro l’Ancona, gara che regalò ai tifosi del Sant’Elia bene tre gol, tutti segnati dai padroni di casa.

TORINO-CAGLIARI, DIRETTA TV E STREAMING: DOVE VEDERLA

LA PARTITA – L’atteggiamento con il quale il Torino si approcciò alla partita fu definito a posteriori spocchioso, ma int verità l’attitudine dei granata era notevolmente condizionata dalla vittoria sopraggiunta la giornata prima contro la Roma, trionfo che condiziono la gara con i rossoblu di Mondonico. La difesa piemontese lasciò più di uno spazio libero al Cagliari che, colto da inestimabile cinismo, sfruttò ogni occasione utile per andare in gol. Ad aprire le danze fu Firicano, abile nello sfruttare un cross dalla sinistra e battere Marchegiani. La reazione del Torino fu timida e a tratti nulla, passarono infatti solo 10 minuti prima che il Cagliari potesse segnare il secondo gol: grande dribbling di Herrera, palla per Francescoli e il risultato indica il raddoppio rossoblu. Nella ripresa Mondonico decise di sbilanciarsi nel tentativo di vincere la partita, schierando 4 punte. Il cambio di sistema produsse effetti indesiderati lasciando ulteriore spazio agli uomini di Mazzone. Per il terzo gol è sempre Francescoli il protagonista, abile nel rubare palla e involarsi solo a rete, con il povero Marchegiani incapace di opporsi al contropiede solista dell’uruguaiano. Toccò a Pusceddu il compito di calare il poker, il sinistro sfoderato dal terzino del Cagliari fu tra i più violenti mai visti, il numero uno granata, arresosi ad una giornata da dimenticare, non potè fare nulla, nemmeno guardarlo, vista l’impossibilita dell’occhio umano di seguire una conclusione di simil velocità. La quinta rete fu utile a Lulu Oliveira per impreziosire quella che fu una grande partita. Pokerissimo rossoblu, due punti conquistati e Coppa Uefa ormai ad un passo.

IL TABELLINO

TORINO – CAGLIARI 0-5 (0-2)
Torino
: Marchegiani, Cois (59′ Poggi), Mussi, Venturin, Annoni (87′ Sottil) Fusi, Sordo, Casagrande, Aguilera, Scifo, Silenzi. A disp.: Di Fusco, Sergio, Zago. All.: Mondonico.
Cagliari: Ielpo, Bellucci, Festa, Sanna, Firicano, Pusceddu, Cappioli, Herrera (all’82’ Villa), Francescoli, Matteoli (all’89’ Pancaro), Oliveira. A disp.: Di Bitonto, Criniti. All.: Mazzone.
Arbitro: Beschin di Legnago.
Marcatori: Firicano 5′, Francescoli 10′, 65′, Pusceddu 77′, Oliveira 90′.