Connettiti con noi

News

Semplici non è un “traghettatore”, ma il futuro dipende dalla salvezza

Pubblicato

su

Leonardo Semplici non è stato mai visto come un “traghettatore” da Giulini. Tuttavia il suo futuro è legato al presente del Cagliari

Leonardo Semplici è arrivato in pompa magna alla guida del Cagliari dopo il pessimo cammino intrapreso da Eusebio Di Francesco in avvio di stagione. Con il toscano in panchina i sardi hanno sin da subito 7 punti in tre partite per poi però perdere nuovamente la bussola contro Juventus e soprattutto Spezia. Ora per la squadra di Giulini ci si appresta ad un finale di stagione al cardiopalma con una quota salvezza che ogni giornata pare abbassarsi sempre di più.

L’arrivo di Semplici a Cagliari tuttavia non è mai stato considerato dalla proprietà come una scelta di passaggio, un “traghettatore” usando i termini più avvezzi, bensì una figura intorno alla quale erigere un nuovo progetto tecnico di lungo corso. Alle intenzioni di Giulini va però aggiunta una postilla: il futuro di Semplici dipenderà obbligatoriamente dal finale di stagione, ove una salvezza del Cagliari combacerà anche con la sua permanenza nell’Isola.